Nat King Cole

cantante e pianista statunitense

Nat King Cole pseudonimo di Nathaniel Adams Coles (1919 – 1965), cantante, pianista e attore statunitense.

Nat King Cole

Citazioni di Nat King ColeModifica

  • Mi fa ribrezzo che la pelle di un uomo sembri molto più importante del suo cuore, della sua mente e della sua anima.
It makes me sick that a man's skin seems so much more important than his heart and his mind and his soul[1]
  • Ho imparato a mie spese sui soldi. Ho avuto le mie piccole follie. Ero, come si potrebbe dire, stato truffato di un sacco di soldi e ne ho dati molti via. Ma quando mi sono messo nei guai, ho ricevuto un segno. Tutti noi riceviamo un segno, prima o poi. Se lo ricevi prima che sia troppo tardi o prima che tu sia troppo vecchio, te la caverai benissimo.
I learned the hard way about money. I had my little follies. I was, what you might say, conned out of a lot of money and I gave a lot of it away. But when I got in that trouble, I got the message. All of us get the message, sooner or later. If you get it before it's too late or before you're too old, you'll pull through all right.[1]

Citazioni su Nat King ColeModifica

  • [La madre] Fece il diavolo a quattro quando le dissi che volevo fare seriamente la cantante. Alla fine si arrese: se proprio vuoi farlo cerca di circondarti di gente come si deve, questo mondo è pieno di sciacalli. Aveva patito le pene dell'inferno con papà. Quando s'incontrarono lui non era ancora veramente famoso e la vita non era facile per un cantante di colore, soprattutto se - come Nat King Cole - non era confinato nella cosiddetta race music che piaceva solo ai neri; la metà dell'audience di mio padre era bianca. Io stessa ho dovuto affrontare pregiudizi razziali all'inizio della carriera, immagini come doveva essere trent'anni prima. A volte, durante le tournée nel Sud, lui e la mamma dovevano dormire in macchina perché non c'erano alberghi disposti ad accoglierli. Non era politicamente impegnato ma comunque molto intransigente. Non permetteva a nessuno di interferire sul suo repertorio e andava su tutte le furie quando obiettavano che le canzoni che sceglieva erano troppo "bianche". (Natalie Cole)
  • Sei anni fa, nel 1956, Nat King Cole venne invitato per esibirsi nell'Auditorium Municipale qui a Birmingham. Il signor Cole fu il primo negro a suonare in un teatro bianco di questa città. Appena iniziò a suonare, degli uomini lo aggredirono perché suonava della musica bianca. Lo presero dal palco e lo pestarono a sangue. (Green Book)

NoteModifica

  1. a b {(EN) Citato in Marianne Ruuth, Nat King Colee, Melrose Square Publishing Company, 1992. ISBN 0870675931.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica