Apri il menu principale
Michael Stich intervistato nel 2010

Michael Detlef Stich (1968 – vivente), ex-tennista tedesco.

Indice

Citazioni di Michael StichModifica

  • Agassi era il giocatore con più talento della mia generazione, anche più di Sampras. Era molto frustrante giocarci contro.[fonte 1]
  • Federer ha viziato molto il pubblico svizzero. Alla luce delle sue prestazioni degli ultimi otto anni, una semifinale o una finale persa a un torneo del Grande Slam equivalgono già a un risultato negativo. Già questo è molto strano, perché per chiunque altro sarebbe un'ottima prova.[fonte 2]
  • Le tenniste grugniscono in campo per vendere sesso.[fonte 3]
  • Per Boris, gli altri giocatori tedeschi erano solo accessori. Venivano tutti dopo di lui, gente che non era al suo livello e che non era capace di portargli via la celebrità. La maggior parte dei giocatori tedeschi, me compreso, non ha mai avuto il rispetto che meritava.[fonte 4]
  • Però i giovani non hanno più lo stesso rispetto di prima, vogliono assolutamente batterlo. Il fascino dello sport è proprio questo. Prima o poi avviene un cambio generazionale. Federer continua a essere un modello per i giovani, che però ora si dicono: questo modello posso batterlo. Il timore reverenziale nei suoi confronti è sparito.[fonte 2]

Citazioni su Michael StichModifica

  • Becker vince le finali Atp il 22 novembre 1992 e le circostanze collaterali capaci di trasformare un avvenimento sportivo in una data storica gli danno una mano non indifferente: Boris compie 25 anni e il giorno del successo annunciato diventa una festa di compleanno con 9mila invitati. Stich firma lo stesso torneo un anno dopo battendo il numero uno del mondo, Sampras, e meritandosi la seconda posizione in classifica. Troppo tardi per capovolgere il gioco delle parti e scrollarsi di dosso un paragone fastidioso come l'orticaria. Boris è un pioniere, l'erede naturale del barone von Cramm, in missione celeste per riscattare la Germania da quasi cinquant'anni di digiuno. Michael è un epigono di talento, d'accordo, ma percorre sentieri già battuti. Non è biondo, non ha gli occhi azzurri, ha una moglie con la pelle troppo chiara per sollevare scandali e non scalda gli animi quando apre bocca. Inoltre, arriva sempre con un ritardo intollerabile.[fonte 5] (Gaia Piccardi[1])
  • [Stich e Becker] Erano la coppia perfetta, il difficile era portarli insieme. (Nikola Pilić)
  • Michael è il leader di una squadra che può vincere la Coppa Davis contro l'Australia. Se riesce a migliorare la concentrazione può diventare il numero uno del mondo. (Nikola Pilić)
  • Michael Stich, l'amico ritrovato, chiude gli occhi per assaporare il gusto di una vittoria speciale e, in quel momento, la Germania si accorge di amare un po' di più quell'antieroe dinoccolato che ha l'unico torto di arrivare sempre in ritardo.[fonte 5] (Gaia Piccardi[1])
  • Non c'è posto per Stich nel tennis tedesco. (Boris Becker)
  • Stich è bravo, ma è Becker il vero capitale del tennis tedesco. (Ion Țiriac)
  • Stich è un giocatore polivalente: sulla terra è un terraiolo, sull'erba è un erbivoro e sul cemento è un cementaro. (Gianni Clerici)

NoteModifica

  1. a b Giornalista del Corriere della Sera.

FontiModifica

  1. Da un articolo sul Guardian dopo il ritiro di Agassi; citato in Alessandro Mastroluca, Stich, ritratto di un eterno secondo, Ubitennis.com, 1º ottobre 2012.
  2. a b Citato in Marco Falbo, Federer visto da John McEnroe e Michael Stich, Credit Suisse.com, 22 giugno 2011.
  3. Da il Blob della Settimana, Gazzetta dello Sport, 29 giugno 2009.
  4. Citato in Piero Pardini, Citazioni a bordo campo, Ubitennis.com, giugno 2008.
  5. a b Da Bravo Stich, ma arrivi sempre dopo Becker, Corriere della Sera, 23 novembre 1993.

Altri progettiModifica