Apri il menu principale

Max Born

fisico e matematico tedesco
Medaglia del Premio Nobel
Per la fisica (1954)
Max Born nel 1954

Max Born (1882 – 1970), fisico e matematico tedesco naturalizzato statunitense, premio Nobel per la fisica.

Indice

Citazioni di Max BornModifica

  • Einstein sarebbe uno dei massimi fisici teorici di tutti i tempi anche se non avesse scritto una sola riga sulla relatività.[1]
  • [Rivolgendosi a Schrödinger nel maggio del 1927] Fin dal principio Heisenberg non ha mai condiviso la mia opinione che la sua meccanica ondulatoria sia fisicamente più significativa della nostra meccanica quantistica.[2]
  • Io prevedo che la teoria attuale verrà profondamente modificata: essa è piena di difficoltà [...]. Ma non prevedo che queste difficoltà possano essere risolte con un ritorno a concetti classici [...]; in particolare, non è possibile produrre dei parametri occulti grazie ai quali la descrizione indeterministica potrebbe divenire deterministica. [...] Non credo nella possibilità di una simile svolta. Mi rendo conto delle manchevolezze della meccanica quantistica, ma ritengo che i suoi fondamenti indeterministici saranno permanenti.[3]
  • [Parlando di Erwin Schrödinger subito dopo la sua morte] La sua vita privata sembrava strana alla gente borghese come noi. Tutto questo però non aveva alcuna importanza. Era un uomo adorabile, spiritoso, dal carattere forte e indipendente, gentile e generoso, e aveva una mente perfetta ed efficiente.[4]
  • W. Pauli è ora mio assistente; è straordinariamente intelligente e capace.[5]

NoteModifica

  1. Citato in Banesh Hoffmann, Albert Einstein: Creator and Rebel, Viking, New York, 1972, p. 7; citato in Albert Einstein, Pensieri di un uomo curioso (The Quotable Einstein), a cura di Alice Calaprice, prefazione di Freeman Dyson, traduzione di Sylvie Coyaud, Arnoldo Mondadori Editore, Milano, 1997, p. 172. ISBN 88-04-47479-3
  2. Citato in Kumar, p. 208.
  3. Da Filosofia naturale della causalità e del caso, p. 138; citato in Marco De Paoli, La simmetria nascosta, Mimesis, p. 92. ISBN 978-88-5750-731-6
  4. Citato in Kumar, p. 199.
  5. Da una lettera ad Albert Einstein; citato in Kumar, p. 162.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica