Apri il menu principale

Marco Tullio Giordana

regista e sceneggiatore italiano
Marco Tullio Giordana

Marco Tullio Giordana (1941 – vivente), regista e sceneggiatore italiano.

Citazioni di Marco Tullio GiordanaModifica

  Citazioni in ordine temporale.

  • [L'Italia] Ha sempre odiato i giovani, ma oggi lo fa in modo orribile perché la classe dirigente si sente immortale e sentendosi eternamente giovane si mette in competizione con chi giovane lo è veramente. C' è una forte ostilità generazionale.[1]
  • C'è una luce qua [a Torino] che non esiste in nessuna altra città italiana. Saranno le montagne attorno, ma la luminosità è da luogo del nord, Parigi, la Svezia. È la luce dei film con cui sono cresciuto, quelli di Bergman ad esempio.[2]

Da Giordana “ Il valore dei ricordi”

Intervista di Arianna Finos, la Repubblica, 6 giugno 2019, p. 21.

  • La memoria per me non è un dovere, ma un godimento che ho coltivato fin da ragazzino. Ero affascinato da diari e biografie. Pensavo che ci fosse molto da imparare anche solo dal racconto delle vite e avevo la curiosità di scoprire la versione più attendibile di una storia.
  • La droga contemporanea è la semplificazione, della riduzione di tutto a quattro parole, a slogan.
  • Una persona priva di memoria è manipolabile nella maniera più assoluta. Non c’è bisogno di droga, manganello o polizia. Sei in casa, solo e incollato agli schermi. Bombardato da idee modestissime di base che devono costruire la tua emotività: ladri, negri, froci dappertutto. Alla fine il prodotto è un cittadino piuttosto elementare.

NoteModifica

  1. Citato in Maria Pia Fusco, Giordana: l'Italia odia i giovani, Repubblica.it, 29 novembre 2008.
  2. Citato in Luca Iaccarino, Ciak, Giordana gira 'La meglio gioventù, Repubblica.it, 10 maggio 2002

FilmModifica

Altri progettiModifica