Luigi Manzotti

coreografo e mimo italiano

Luigi Manzotti (1835 – 1905), coreografo e mimo italiano.

Luigi Manzotti, fotografato da Giovan Battista Ganzini

Citazioni su Luigi ManzottiModifica

  • Chi abbia assistito, almeno una volta, ad una prova coreografica diretta dal Manzotti asserisce facilmente che il merito di lui è superiore a quello che può riconoscersi a un direttore di compagnia drammatica, a un maestro concertatore o ad un architetto. (Gaston Vuillier)
  • Il volto era lo specchio del sentimento, il suo gesto la sua parola. La plastica bellissima della persona sempre scultoriamente atteggiata, gli serviva stupendamente a conferire al personaggio da lui rappresentato l'idealizzazione scenica necessaria. Bastava osservarlo per intenderlo e capirlo come un attore drammatico: talvolta anche meglio. (Gino Monaldi)
  • Pochi ricordano oggi il glorioso autore dell'Excelsior come mimo. Quelli però che al pari di me poterono vederlo nella Esmeralda, nella Cleopatra, nel Muzio Scevola, nel Masaniello[1], e ne' suoi balli Rolla e Pietro Micca non potranno dimenticarlo. Egli non aveva nulla a che fare con quegli attori-mimi, anche i più celebrati, che sembravano tanti mulini a vento sulla scena per la velocità del gesto e la irrequietezza continua dei movimenti. Il Manzotti sapeva esprimere tutto ciò che voleva dire con un'eloquenza mimica ammirevole. (Gino Monaldi)

NoteModifica

  1. nel testo "Masianello".

Altri progettiModifica