Lucumone

Citazioni sul lucumone.

  • I lucumoni erano i primi magistrati o capi di ciascun popolo o comune, i quali furono poscia dagli autori latini complimentati col titolo di re, e godevano di tutti gli onori che soglionsi a quelli tributare che occupano la carica più eminente nel governo civile, e a tutti comandava un solo. Questo, soggiugne Livio, si eleggeva in comune dai dodici popoli, ed era una specie di generalissimo in guerra e di primate in pace, a cui ciascun popolo somministrava un littore. (Giulio Ferrario)
  • Varii re o lucumoni nell'Etruria. Al momento che si scorgono più città, pare altresì di vedere una diversità dal primiero governo, mentre si presentano varie tribù o cantoni, come voglionsi più propriamente dette lucumonie, le quali si riducevano a dodici, numero che fu riputato sacro nelle antiche età presso varie nazioni, con dodici re, i quali erano tra loro uniti con vincoli di parentela, con giuramenti o con patti che l'uno nulla contro dell'altro attentasse, né con vicendevole discapito ardisse arrogarsi maggior potere l'uno su l'altro. E come si legge in Servio: dei dodici lucumoni, che governavano in Etruria, un solo era nel comando superiore a tutti e independente: Lucumones in tota Tuscia duodecim esse, quibus omnibus imperavit. (Giulio Ferrario)
I maggiori centri etruschi

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica