Loredana Bertè

cantautrice e attrice italiana (1950-)

Loredana Bertè (1950 – vivente), cantante italiana.

Loredana Bertè nel 2006

Citazioni di Loredana BertèModifica

  • Madonna mi piace moltissimo: ha grinta, sa quel che vuole e sfrutta delle buone doti naturali.[1].
  • Renato è il mio più grande amico: lo conosco da quando facevamo, insieme, i primi passi in questo mondo dello spettacolo in cui le amicizie sono così difficili. Gli voglio bene e lui me ne vuole. Ho tanti ricordi legati a lui, alla nostra «gavetta». Ma anche se non lo conoscessi, se non gli volessi bene, direi che Renato è ineguagliabile, unico, superlativo. Il fatto che il pubblico, il grosso pubblico, oggi, lo apprezzi, è un fatto positivo, che apre tante strade a tutti noi cantanti. Oggi, proprio grazie a Renato, il mondo della canzone è più aperto, più vivo, più libero.[2]
  • [«Lei ha avuto alcuni tra gli uomini più affascinanti della sua generazione. Che cosa le hanno lasciato?»] Niente. [«Come niente? Neanche Borg?»] Borg mi ha lasciato una crema idratante per il viso, invece di fare il suo dovere e farmi fare dei figli. Credo di aver capito troppo tardi di non averlo mai veramente amato.[3]
  • Certo che esiste la solidarietà femminile. Solo tra donne intelligenti, però.[3]
  • In realtà ho un cuore di pietra e un'anima di seta. O di neve.[3]
  • Signora Meloni, quando una senatrice come Liliana Segre chiede che sia cancellata dal suo logo quella fiamma che ricorda chiaramente il fascismo e le sue conseguenze, lei la rimuove e basta, senza arrampicarsi sugli specchi con scuse improbabili. Lei la rimuove, ha capito? Mi sembra il minimo per il rispetto che si deve a una signora che ha passato quello che ha passato, oltre a noi cittadini che siamo veramente stufi e alla memoria di quelli che non ci sono più, quelli che per quel simbolo sono stati uccisi.
    Lei si deve vergognare. Si vergogni, signora Meloni. Non l'ho chiamata apposta onorevole, perché di onorevole lei non ha proprio niente, come la maggior parte dei politici italiani.[4]

Dall'intervista di Claudio Sabelli Fioretti, Sette, 24 aprile 1994

Disponibile su SabelliFioretti.it

  • Il rock è un modello di vita, non è solo suoni.
  • Io ho la possibilità di esprimere cose che una casalinga non si azzarda a dire.
  • Una rock star è una persona molto sensibile che vive in un mondo tutto suo.
  • Io fin da piccola ero contro qualcuno e contro qualcosa. Io già quando avevo cinque anni volevo andarmene di casa. Quando se ne andò mio padre io dissi: "Speriamo che se ne vada anche mia madre". Invece mia madre non se ne andò e a 12 anni me ne andai io.
  • Io non ho mai distrutto gli uomini, a me piacciono così, duri, veri. Gli altri mi fanno tenerezza.
  • Le donne sono come le automobili. Ogni tanto debbono fare un piccolo tagliando. A noi che stiamo sempre davanti al pubblico, un po' di lifting ce lo dovrebbe pagare lo Stato.

Citazioni su Loredana BertèModifica

  • Era capace di slanci di affetto inauditi e di follie non prevedibili. Ci siamo mandati a fare in culo un'infinità di volte e una volta ci siamo anche picchiati. (Alfredo Cerruti)

NoteModifica

  1. Citato in La storia di Madonna, capitolo XIII, p. 342, Forte Editore.
  2. Dall'intervista di Cristina Maza, Perché vi piace Renato Zero?, 1979, p. 20. [collegamento interrotto]
  3. a b c Dall'intervista di Aldo Cazzullo, [https://www.corriere.it/cronache/19_febbraio_16/loredana-berte-contro-me-sanremo-commessa-un-ingiustizia-f6ce2122-3234-11e9-852c-5b9cfb7b87c6.shtml «Volevo vincere per me e Mimì», Corriere.it, 17 febbraio 2019.
  4. Da un video su Instagram; citato in Loredana Bertè contro Giorgia Meloni: «Lei si deve vergognare, di onorevole non ha nulla», rollingstone.it, 21 agosto 2022.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica