Leoluca Orlando

politico e dirigente sportivo italiano

Leoluca Orlando (1947 – vivente), politico italiano.

Leoluca Orlando, 2008

Citazioni di Leoluca OrlandoModifica

  Citazioni in ordine temporale.

  • Il sospetto è l'anticamera della verità.[1]
  • Un politico che incontra un mafioso, anche se parla di Mozart, viola principi etici.[2]
  • Il Pride è un respiro di cittadinanza. È come un mosaico formato da una serie di cocci di colore diverso: il collante deve essere l'uguaglianza.[3]
  • [Sull'intercettazione telefonica di Fabrizio Miccoli spregiativa nei confronti di Giovanni Falcone] Chi utilizza certe espressioni dovrebbe chiedersi, come io chiedo, se sia mai stato degno di rappresentare la città di Palermo.[4]
  • [Sulla cittadinanza onoraria conferita dall'amministrazione comunale di Palermo alla regista tedesca Margarethe von Trotta] È con profondo orgoglio ed emozione che do il benvenuto, a Palermo, a Margarethe von Trotta. La sua vita come attrice e intellettuale ha segnato il ruolo delle donne nel mondo. Ha raccontato il mondo visto dalla parte delle donne, attraverso la loro vita, e ha descritto le loro sofferenze, i disagi e le speranze. Questo riconoscimento rappresenta una valorizzazione del principio della legalità dei diritti, al quale la geniale artista si è sempre ispirata e per quale l'Amministrazione comunale lavora ogni giorno. La sua attività contiene l'impegno civile delle grandi opere, la sapienza e l'originalità del grande cinema che contribuisce a modificare il senso comune.[5]
  • Io che cos’altro posso dire se non che la missione è compiuta? Guardo Sergio Mattarella al Quirinale e lo vedo con la faccia di Piersanti per il quale lavoravo quando fu ucciso. Devo questa Palermo a lui e a tutti gli altri. Per 38 anni ogni mattina ho ripetuto a me stesso: “per i compagni morti non basta il lutto / pagherete caro, pagherete tutto”.[6]
Intervista di Francesco Silvestri, Cosa Nostra sempre più "nostra", narcomafie.it, ottobre 2001
  • La mafia antica, quella che sparava, era più pericolosa ma anche più facile da combattere; la mafia nuova è meno pericolosa, ma più difficile da combattere.
  • Bisogna rendersi conto che il panorama è cambiato: non soltanto per i colpi dati alla mafia, o perché ormai lo stragismo non era più utile rispetto agli interessi internazionali della mafia, ma anche per il fatto che progressivamente cala l'importanza della droga negli interessi di Cosa Nostra.
  • Non bisogna cercare scorciatoie, non bisogna avere fretta.

Citazioni su Leoluca OrlandoModifica

  • È stato il peggior denigratore di Falcone. E poi dice che fa l'antimafia, io vorrei sapere i voti a Orlando chi glieli ha dati. (Indro Montanelli)
  • Orlando ormai ha bisogno della "temperatura" sempre più alta. Sarà costretto a spararla ogni giorno più grossa. Per ottenere questo risultato, lui e i suoi amici, sono pronti a tutto, anche a passare sui cadaveri dei loro genitori. (Giovanni Falcone)

NoteModifica

  1. Citato in Roberto Gervaso, Ve li racconto io, Milano, Mondadori, 2006, p. 325. ISBN 88-04-54931-9
  2. Da Il venerdì di Repubblica, numero 1082, p. 27, 12 dicembre 2008.
  3. Citato in Gay pride con la presenza del governo. Idem: "A Palermo insieme a Boldrini", la Repubblica, 5 giugno 2013.
  4. Citato in Salvo Palazzolo, Miccoli al telefono insulta Falcone. Bufera sul capitano del Palermo, Repubblica.it, 22 giugno 2013.
  5. Citato in Cittadinanza onoraria per la regista tedesca Margarethe von Trotta., palermotoday.it, 18 aprile 2015.
  6. Citato in Francesco Merlo, La nuova primavera di Palermo: arte, movida e B&B per un illuminismo mediterraneo, Rep.repubblica.it, 7 luglio 2018.

Altri progettiModifica