Apri il menu principale

Joe DiMaggio

giocatore di baseball statunitense
Joe DiMaggio

Joseph Paul DiMaggio, nato Giuseppe Paolo DiMaggio, Jr. (1914 – 1999), giocatore di baseball statunitense e secondo marito di Marilyn Monroe.

Indice

Citazioni di Joe DiMaggioModifica

  • [Su Marilyn Monroe] Non è stata Hollywood a distruggerla: lei fu vittima dei suoi amici.[1]
  • Sai, Don, ti ho sempre invidiato. Da bambino, sognavo di essere un campione del tennis.[2]

Citazioni in lingua originaleModifica

I'll finally get to see Marilyn.[3]

Citazioni su Joe DiMaggioModifica

  • Anch'io rimarrei turbato, sapete, se ci fossero ventimila persone che guardano la gonna di mia moglie svolazzarle sopra la testa. (Billy Wilder)
  • Dal mio matrimonio speravo di ricavare amore, calore, affetto e comprensione. Invece è stata una relazione basata sulla freddezza e sull'indifferenza. (Marilyn Monroe)
  • Dove sei andato, Joe Di Maggio? | Una nazione volge i suoi occhi desolati verso di te. | Che cos'è che dici, sig.ra Robinson? | Joltin' Joe ha lasciato ed è andato via. (Simon and Garfunkel)
  • Joe DiMaggio fu il miglior amico che Marilyn avesse mai avuto. Come marito e moglie non erano ben assortiti, ma questo succede a miriadi di uomini e donne. (Allan "Whitey" Snyder)
  • Non gradiva che gli attori mi baciassero, e non gli piacevano i miei abiti di scena. Non gli piaceva niente dei miei film, odiava tutti i miei vestiti. Quando gli feci presente che ero obbligata a vestirmi in quel modo, che ciò faceva parte del mio lavoro, disse che avrei dovuto lasciare quel mestiere. (Marilyn Monroe)

NoteModifica

  1. Citato in Mike Evans, Marilyn, p. 352.
  2. Citato in Piero Pardini, Citazioni a bordo campo, Ubitennis.com, novembre 2008.
  3. (EN) Citato in Dimaggio: Setting the Record Straight, p. 239.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica