Jean-Marie Le Pen

politico francese

Jean-Marie Le Pen (1928 – vivente), politico francese.

  • Le camere a gas erano un dettaglio della storia della Seconda guerra mondiale. (dall'intervista alla rivista Bretons del 25 aprile 2008; citato ne il manifesto, 26 aprile 2008, p. 2)
Le Pen Paris 2007 05 01 n3.jpg
Le Pen non perdona il presidente «Punito per il flirt con la sinistra», Corriere della sera, 23 marzo 2010
  • [Riferito a Nicolas Sarkozy] Appena si libera un posto, lo dà a un socialista. Nel 2007 aveva avuto una vittoria totale, e si è creato una coabitazione volontaria con i suoi avversari: un masochista. Il massimo è stato il matrimonio con Carla Bruni, che veniva da un ambiente mondano e gauchiste. Oltretutto la loro unione va male, anche se i giornali francesi scrivono il contrario. È una coppia di potere; quando tra poco il potere non ci sarà più, non ci sarà più neppure la coppia.
  • Conosco Borghezio. Bossi non lo conosco e non abbiamo molto in comune. Lui vuole dividere il suo Paese, io la Francia la voglio salvare.
  • [Gianfranco Fini?] Ho orrore dei traditori. Pensare che gli salvai la vita, quando nell' 87 andai al congresso di Sorrento per sostenerlo contro Rauti. Ora finge di non conoscermi.
  • [Silvio Berlusconi?] Mi è simpatico. Non nega se stesso, parla un linguaggio franco, non si è piegato alle forche caudine dell' ipocrisia. Ma non è un leader politico. È un miliardario che investe i suoi denari nella politica.

Altri progettiModifica