Hiroshima mon amour

film del 1959 diretto da Alain Resnais

Hiroshima mon amour

Immagine Paris Cinéma Le Louxor 7194.JPG.
Titolo originale

Hiroshima mon amour

Lingua originale francese
Paese Francia, Giappone
Anno 1959
Genere drammatico, sentimentale
Regia Alain Resnais
Soggetto Marguerite Duras
Sceneggiatura Marguerite Duras
Produttore Anatole Dauman
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Hiroshima mon amour, film del 1959 con Emmanuelle Riva ed Eiji Okada, regia di Alain Resnais.

FrasiModifica

  Citazioni in ordine temporale.

  • Come in amore esiste questa illusione, questa illusione di non poter mai dimenticare comunque, io ho avuto l'illusione davanti a Hiroshima di non poter mai più dimenticare. Così come in amore. (Lei)
  • E ho visto anche i superstiti. E quelli che erano nel ventre delle donne di Hiroshima. Ho visto la pazienza, l'innocenza, la dolcezza apparente dei provvisori superstiti di Hiroshima adattarsi a una sorte talmente ingiusta che l'immaginazione, di solito pur tanto feconda, davanti ad essa si rinchiude. (Lei)
  • È come l'intelligenza, la follia, lo sai? Non si può spiegarla. Proprio come l'intelligenza. Ti viene addosso, ti riempie di sé, e allora la capisci. Ma quando ti abbandona, non la capisci più. (Lei)

Citazioni su Hiroshima mon amourModifica

  • In definitiva, credo che, se si definisse il film attraverso un diagramma eseguito su carta millimetrata, si finirebbe con lo scoprire una forma prossima alla forma sonora del quattro: temi, variazioni a partire dal primo movimento, da cui le ripetizioni, i ritorni, che possono essere insopportabili per coloro che non entrano nel gioco del film. L'ultimo movimento, specialmente, è un movimento lento, sconcertante. Vi è un decrescendo. Questo dà al film una costruzione a triangolo, a imbuto. Evidentemente è una costruzione pericolosa. (Alain Resnais)

Altri progettiModifica