Gulbuddin Hekmatyar

politico e militare afghano

Gulbuddīn Hekmatyār (1947 – vivente), politico, militare e guerrigliero afghano.

Hekmatyār nel 2019

Citazoni di Gulbuddīn HekmatyārModifica

  • L'America vuole occupare l'Afghanistan e imporre Zahir Shah. Noi staremo dalla parte del nostro popolo e difenderemo il nostro paese.[1]
  • Gli americani ci hanno chiesto d'accettare il ritorno di Zahir Shah dopo il rovesciamento del governo dei Taliban. Abbiamo risposto che se voi volete imporre Zahir Shah (l'ex re in esilio a Roma dal '73) allora noi preferiamo che rimanga il mullah Omar.[1]
  • [Su Osama bin Laden] Non credo che lui abbia nulla a che fare con gli attentati contro l'America. Ritengo che chi ha pianificato e ha attuato questi attentati risieda in America, gente come McVeigh, l'autore della strage di Oklahoma City; l'America è piena di McVeigh.[1]

Citazioni su Gulbuddīn HekmatyārModifica

  • Gulbuddin ha usato con i «fratelli» gli stessi metodi impiegati contro gli odiati «russki». (Domenico Quirico)
  • Se non fosse per il rosario islamico che sgrana in continuazione e la barba «regolamentare», pochi crederebbero che Gulbuddin è un pericoloso fanatico di Allah per cui è meglio un deserto che una terra di eretici. (Domenico Quirico)

NoteModifica

  1. a b c Citato in Nella rete dei taliban, la Repubblica, 8 ottobre 2001.

Altri progettiModifica