Apri il menu principale

Guerra civile in Somalia

Un elicottero Black Hawk mentre sorvola la costa di Mogadiscio

Citazioni sulla guerra civile in Somalia.

CitazioniModifica

  • Attraverso la Somalia passa una gran quantità di armamenti, c'è un commercio enorme. Probabilmente molti Paesi dell'Europa orientale, l'America e forse anche il Sud America ne traggono profitto, ma poi queste armi arrivano fino all'Etiopia, nel nord del Kenya, nel nord dell'Uganda... È un fattore destabilizzante. E ora attraverso quelle regioni comincia a infiltrarsi anche il fondamentalismo islamico. La Somalia è stata abbandonata negli ultimi sedici anni e questa è stata una sciagura di cui si pagherà il conto. (Berhaneyesus Souraphiel)
  • Chi ha sostenuto i signori della guerra in Somalia per gli ultimi vent'anni? Chi è intervenuto in Somalia? Invaso la Somalia? Chi ha voluto imporre governi dall'esterno? Abbiamo assistito a tre interventi strategici negli ultimi otto o dieci anni in cui si è tentato di imporre governi dall'esterno. [...] Questo sta destabilizzando Somalia, e destabilizzando la Somalia, destabilizzi la regione. (Isaias Afewerki)
  • Se gli europei credono di poter permettersi di ridurre il loro impegno in Somalia, prego - possiamo cavarcela da soli. (Yoweri Museveni)

Angelo Del BocaModifica

  • La guerra del Golfo, vissuta in diretta sugli schermi televisivi dall'intero pianeta, annullava, con la sua straordinaria ricchezza di mezzi di sterminio, la guerra fra poveri che si combatteva in Somalia. Una guerra, peraltro, non meno sanguinosa di quella del Golfo anche se combattuta con vecchie armi scartate da altri eserciti.
  • La storia della crisi della Somalia nasce con la caduta di Siad Barre nel 1981: da allora si sono fatti diversi tentativi di riportare la legalità in Somalia: non dimentichiamo la missione appoggiata anche dall’Onu, la Restore Hope, che purtroppo, nonostante avesse mobilitato oltre 30mila soldati, è fallita miseramente. Da allora si sono fatti tentativi di riconciliazione non più militari ma politici. Siamo arrivati al quattordicesimo tentativo che ha portato alla indicazione di un presidente, un governo e un parlamento. Peccato che però non possono operare nel paese e vivono in un albergo di Nairobi. La Somalia è come si fosse staccata dal Continente africano e andasse alla deriva nell’Oceano indiano.
  • Per la Somalia vedo soltanto un futuro di guerra civile, come è stato per gli ultimi quindici anni, ma non estesa a tutto il Corno d' Africa. A meno che non entrino in gioco interessi superiori internazionali.
  • Sull'utilità dell'opera di mediazione italiana si possono nutrire molti dubbi. Intanto va detto che avrebbe avuto più credibilità se fosse stata condotta da diplomatici non compromessi con il regime di Siad Barre e capaci di un linguaggio nuovo, più persuasivo.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica