Giallo (film 2009)

film del 2009 diretto da Dario Argento

Giallo

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

Giallo

Lingua originale inglese
Paese Italia, Stati Uniti d'America, Spagna, Regno Unito
Anno 2009
Genere thriller, giallo, poliziesco
Regia Dario Argento
Sceneggiatura Dario Argento, Jim Agnew, Sean Keller
Produttore Adrien Brody, Rafael Primorac
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali

Giallo, film del 2009 con Adrien Brody, Emmanuelle Seigner e Elsa Pataky, regia di Dario Argento.

FrasiModifica

  Citazioni in ordine temporale.

  • Non può essere vero! Questo non sta succedendo davvero! (Celine)
  • [Guardano la foto di Celine] Sei troppo bella. Odio le cose belle. (Ispettore Mori)
  • Siamo in Italia sa, ogni tanto bisogna oliare le ruote della burocrazia. (Ispettore Mori)
  • [Ascolta la voce registrata in giapponese e traduce] Questo corpo non è mio. Io non sono quella in questo corpo. Sono vita senza confini. Non sono mai nata, non sono mai morta. È un Sutra, la preghiera buddista della morte. Dove l'avete presa? (Toshi)

DialoghiModifica

  • Linda: Che posto è questo?
    Pony-pizza: È dove lavora. Vive.
    Linda: Chi?
    Pony-pizza: L'ispettore. Odio questo posto. [bussa alla porta]
    Ispettore Mori: Avanti.
    Pony-pizza: Non guardi le pareti. [rivolgendosi a Linda]
  • Linda: È di New York?
    Ispettore Mori: Perché?
    Linda: Così per sapere.
    Ispettore Mori: Cosa?
    Linda: Perché è così duro. Se è più italiano o più newyorkese.
    Ispettore Mori: Che ne sa dei newyorkesi?
    Linda: Ho vissuto nel West Village per tre anni.
    Ispettore Mori: Ah.
  • Linda: Perché ha preso mia sorella?
    Ispettore Mori: Perché tende trappole. Ha preso il taxi sbagliato.

Altri progettiModifica