Apri il menu principale
Gemma Galgani

Santa Gemma Galgani (1878 – 1903), mistica italiana.

Sola con Gesù soloModifica

  • Gesù, questi poveri peccatori non li abbandonare. Sono pronta io a fare qualunque cosa. (2006, p. 1)
  • Amore vuole amore; fuoco vuole fuoco. (2006, p. 3)
  • Soffrire insegna ad amare. (2006, p. 8)
  • Sono così forti i lacci del tuo amore che io non posso uscirne... Lasciami pure la libertà: io ti amerò dappertutto, io ti cercherò sempre. (2006, p. 10)
  • Gesù è tutto e io nulla, ma una volta ci voglio uscire dal mio nulla, e voglio andare tutta in mezzo a Gesù, e Lo voglio amare tanto tanto; non vo' più essere in me stessa, vo' stare dentro di Gesù. (2006, p. 11)
  • O Gesù, come ci stai nell'angusta cella del mio cuore? Ci stai bene? Dilata il petto mio, perché non più bastante a contenerti... (2006, p. 30)
  • Se tutti gli uomini si studiassero di amare e conoscere il vero Iddio, questo mondo si cangerebbe in un Paradiso. (2006, p. 47)
  • Gesù, Gesù, fammi prender parte a tutti i tuoi dolori. Soffrire amando, soffrire per Gesù che si ama, e morire soffrendo per Gesù. (2002, p. 119)

BibliografiaModifica

  • Gemma Galgani, Sola con Gesù solo. 100 pagine di Gemma Galgani, a cura di B. Pierfederici, Città Nuova, Roma, 2006. ISBN 88-311-4267-4 (Anteprima su Google Libri)
  • Gemma Galgani, Sola con Gesù solo. Colloqui estatici della stimmatizzata di Lucca, a cura di Tito Zecca, San Paolo, Cinisello Balsamo, 2002. ISBN 88-215-4780-9

Altri progettiModifica

  Portale Donne: accedi alle voci di Wikiquote che trattano di donne