Francis Turatello

criminale italiano

Francis Turatello, all'anagrafe Francesco Turatello (1944 – 1981), criminale italiano.

Citazioni di Francis TuratelloModifica

  • [Su Graziano Mesina, in riferimento alla sua latitanza a Milano] Gli mandai due ragazze per divertirsi, dopo tre giorni chiesero di venir via. Grazianeddu era troppo esuberante.[1]

Citazioni su Francis TuratelloModifica

  • Con Turatello avevo ottimi rapporti, tra il '74 e il '76 con lui ho avuto discussioni che toccavano amici miei e suoi, ma niente tra di noi; nel senso che io non avevo sparato a lui e lui non aveva mai sparato a me. Quando ci siamo rivisti a San Vittore c'erano delle cose da chiarire... Io non avevo nessun motivo per uccidere Turatello. (Renato Vallanzasca)
  • Sono stato accusato di essere stato visto a pranzo e a cena, a Milano, con Francis Turatello, pensi che non sapevo nemmeno che fosse morto. Le parrà strano questo, ma la cronaca nera non è mai stato né il mio settore né il mio genere, mi occupavo di tutto eccetto di quello. Camorra, Cutolo, Turatello, questi nomi hanno cominciato a grandinare su di me in modo ossessivo dal momento in cui scattarono le manette. (Enzo Tortora)

NoteModifica

  1. Citato in Alberto Pinna, Delitti, enigmi e bravate di Grazianeddu. Il «re del Supramonte» evaso otto volte, Corriere della Sera, 19 dicembre 2021.

Altri progettiModifica