Francesco Montanari

attore italiano

Francesco Montanari (1984 – vivente), attore italiano.

Francesco Montanari

Citazioni di Francesco MontanariModifica

  • La frenesia della quotidianità ci allontana da noi stessi. Non abbiamo mai un momento per chiederci: come sto? È una domanda che tutti dovrebbero farsi, invece di affannarsi, di essere bulimici di vita. Fermiamoci e osserviamoci. Ognuno può trovare il suo modo, quello che più si avvicina alla sua sensibilità. C’è la meditazione, lo yoga. Per me, l’analisi. L’attore deve guardarsi dentro, prima di uscire da sé e mettersi nei panni di qualcun altro.[1]
  • [Nel corso del tutti-a-casa della pandemia COVID-19] Quando ho allenato il fratellino di mia moglie a scambiare con me le battute di Otello, ho visto che era meglio evitare i luoghi comuni di Iago carogna e Otello vittima. Molti in realtà danno ragione a Iago, che per la sua fedeltà al Moro s'attendeva la luogotenenza affidata invece a Cassio per motivi di palazzo. Emerge un'altra chiave, e io sostengo le rivalse di Iago. Ho già finito il podcast del primo atto, e ora proseguo.[2]
  • Roma è puttana come Patrizia, grintosa come il Bufalo, egocentrica come il Libano. È dolce come Roberta, svampita come il Dandy, pigra e allo stesso tempo determinata come il Freddo. Roma racchiude tutte le sfumature dell'essere umano.[3]

NoteModifica

  1. Dall'intervista di Cristina Lacava, Francesco Montanari: «Vi spiego perché sono dalla parte dei cattivi», iodonna.it, 14 giugno 2020.
  2. Citato in Rodolfo di Giammarco, Iago e Giuda, Montanari dà voce ai cattivi, la Repubblica, 29 marzo 2020, p. 35.
  3. Dall'intervista "Romanzo Criminale, la Roma e i suoi leader. Vi spiego...", AsRomaLive.com, 31 dicembre 2009.

FilmografiaModifica

Altri progettiModifica