Apri il menu principale

Ferruccio Mazzola

allenatore di calcio ed ex calciatore italiano
Ferruccio Mazzola

Ferruccio Mazzola (1945 – 2013), allenatore di calcio ed ex calciatore italiano.

Citazioni di Ferruccio MazzolaModifica

"Pasticca nerazzurra"

Intervista di Alessandro Gilioli, L'espresso, 29 agosto 2006.

  • Sono stato in quell'Inter anch'io, anche se ho giocato poco come titolare. Ho vissuto in prima persona le pratiche a cui erano sottoposti i calciatori. Ho visto l'allenatore, Helenio Herrera, che dava le pasticche da mettere sotto la lingua. Le sperimentava sulle riserve (io ero spesso tra quelle) e poi le dava anche ai titolari. Qualcuno le prendeva, qualcuno le sputava di nascosto. Fu mio fratello Sandro a dirmi: «se non vuoi mandarla giù, vai in bagno e buttala via». Così facevano in molti. Poi però un giorno Herrera si accorse che le sputavamo, allora si mise a scioglierle nel caffè. Da quel giorno 'il caffè' di Herrera divenne una prassi all'Inter.
  • [«Cosa c'era in quelle pasticche?»] Con certezza non lo so, ma credo fossero anfetamine.
  • [«Pensa che dal dibattimento uscirà un'immagine diversa dell'Inter vincente di quegli anni?»] Non lo so, non mi interessa. Se avessi voluto davvero fare del male all'Inter, in quel libro avrei scritto anche tante altre cose. Avrei parlato delle partite truccate e degli arbitri comprati, specie nelle coppe. Invece ho lasciato perdere...
  • [«Ma era solo nell'Inter che ci si dopava in quegli anni?»] Certo che no. Io sono stato anche nella Fiorentina e nella Lazio, quindi posso parlare direttamente anche di quelle esperienze. A Firenze, il sabato mattina, passavano o il massaggiatore o il medico sociale e ci facevano fare delle flebo, le stesse di cui parlava Bruno Beatrice a sua moglie.

Citazioni su Ferruccio MazzolaModifica

  • [Sulle accuse di doping fatte da Ferruccio Mazzola ad Herrera] È vero. Ci dava una pastiglietta, che noi sputavamo. Così cominciò a scioglierla nel caffè. Non ne sentivo alcun bisogno, ma erano pratiche correnti nel calcio dell'epoca. Ferruccio aveva motivi di rivalsa nei confronti dell'Inter. Prima che morisse ci siamo riconciliati, ridendone. Il vero doping del Mago era psicologico. (Sandro Mazzola)

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica