Eutocio

matematico bizantino

Eutocio (480 circa – 520 circa), matematico bizantino.

Citazioni su EutocioModifica

  • EUTOCIO Ascalonita discepolo, come si disse, d'Isidoro Milesio, & amico d'Antemio, fù grandissimo Geometra, & udì dal suo Maestro l'interpretatione de più dotti Matematici, cioè d'Archimede, di Pappo, di Herone, d'Euclide, d'Appollonio, e de gl'altri di quella classe. Commentò i libri d'Archimede della sfera, e del Cilindro sopra gl'Equeponderanti, sopra i Conici d'Apollonio, sopra l'Almagesto di Tolomeo. Affaticossi parimente sopra il libro d'Archimede della dimensione del Circolo. Sono tutte le fatiche di quello grand'huomo state illustrate, e publicate dal Commandino. (Bernardino Baldi)

Altri progettiModifica