Erminio Boso

politico italiano

Erminio Boso (1945 – 2019), politico italiano.

Citazioni di Erminio BosoModifica

  • Con Milošević c'era equilibrio nei Balcani; la pulizia etnica è una balla della stampa, i disastri sono venuti dopo. Lo stesso in Irak: i morti non c'erano con Saddam Hussein, ora sì. Lui riusciva a tenere in equilibrio sciiti e sunniti; che ora, contro gli americani, si stanno unendo: e saranno dolori per tutti. (citato in Boso: il candidato euroscettico e anti-americano, 12 giugno 2004, questotrentino.it)
  • Sempre [ho la tessera della Lega], e [sono] sempre secessionista. (durante la trasmissione radiofonica La Zanzara; citato in Lega, Boso: "Sono razzista, Cecile Kyenge deve tornare in Congo", Tv.ilfattoquotidiano.it, 3 maggio 2013)
  • Io non ne posso più di questa Lega da salotto, dobbiamo tornare gridare contro Roma, contro l'Euro, contro l'Europa, tornare alle grandi battaglie. E andare da soli, la Lega è sempre andata da sola. [...] I nuovi dirigenti sono stati allevati a latte e biscotti. Noi eravamo quelli del panino con la pancetta e il bicchiere bianco di buon mattino davanti ai gazebi: gente sana, gente del Nord". (citato in Lega, riecco 'Obelix' Boso candidato alla segreteria, 9 novembre 2013, repubblica.it)
  • Ma io sono razzista, non ho mica mai negato di essere razzista, eh, stronzo [...]. No [non mi farei curare dal ministro, che è medico], perché è un'estranea a casa mia e io dagli estranei non mi faccio curare. (durante la trasmissione radiofonica La Zanzara; citato in Lega, Boso: "Sono razzista, Cecile Kyenge deve tornare in Congo", Tv.ilfattoquotidiano.it, 3 maggio 2013)

Altri progettiModifica