Edgar Degas

pittore e scultore francese
Autoritratto

Edgar Germain Hilaire De Gas (1834 – 1917), pittore francese.

Citazioni di Edgar DegasModifica

  • Bisogna rifare dieci volte, cento volte lo stesso soggetto. Niente, in arte, deve sembrare dovuto al caso. (da Lettera a Bartholomé)
  • Compra Maurins! Lautrec... [è] solo un pittore di un periodo; egli sarà il Gavarni del suo tempo. Per quanto mi riguarda, ci sono solo due pittori che contano, Ingres e Maurins.
Buy Maurins! Lautrec...[is] merely a painter of period; he will be the Gavarni of this time. As far as I'm concerned, there are only two painters who count, Ingres and Maurins.[1]
  • Hokusai non è solo un artista fra altri nel mondo fluttuante, è un'isola, un continente, da solo un mondo.[2]
Hokusai n'est pas seulement un artiste parmi d'autres dans le monde flottant, c'est une île, un continent, un monde a lui seul.
  • L'arte non è ciò che vedi, ma ciò che fai vedere agli altri. (da Figures in Motion)
Art is not what you see, but what you make others see.
  • [Su Mary Cassatt] Non ammetto che una donna disegni così bene![3]
  • Per produrre buoni frutti, bisogna mettersi in spalliera; si resta là tutta la vita, le braccia distese, la bocca aperta, per assimilare quel che passa, quello che è intorno a noi, e viverne. (da Lettera a Lorentz Frölich)

Citazioni su Edgar DegasModifica

  • Amava il corpo umano come un'armonia materiale, come una bella architettura con in più il movimento. (Charles Baudelaire)
  • [Riferendosi al quadro La famiglia Bellelli] Degas è riuscito a conciliare i due opposti, riconoscendo la modernità dell'antico e l'antichità del moderno. (Vittorio Sgarbi)
  • [Riferendosi al quadro La famiglia Bellelli] Degas nulla aggiunge e nulla toglie alla vita; non deve esasperare nessun sentimento, nessuna emozione; registra tutto, impassibilmente; attribuisce ad ogni personaggio, pure esplicitamente in posa, l'atteggiamento dimostrato nei suoi confronti. Basta questo, oltre a una impercettibile ombra di malinconia che trasporta l'esistenza nella sfera sublime dell'arte. L'arte non è gesto, non è spontaneità, per Degas; è una profondissima riflessione sul passato, senza pedanterie, senza accademie. (Vittorio Sgarbi)
  • È un uomo terribile, ma franco e leale. (Camille Pissarro)

NoteModifica

  1. Da un consiglio dato dal pittore ad Henry Laurent, un collezionista, nel 1893; citato in (EN) Christopher Cerf e Victor Navasky, The Experts Speak, New York, Villard, 1998, p. 206. ISBN 0-679-77806-3.
  2. Da Terrasse, Dégas à travers ses mots, p. 42; citato in Gian Carlo Calza, Stile Giappone, Einaudi, Torino, 2002, p. 130. ISBN 8806161288
  3. Citato in François Fossier, Il Fiore dell'Impressionismo. Opere grafiche della Bibliothèque Nationale di Parigi, con un testo introduttivo di Renato Barilli, Fabbri Editori, Milano, 1990, p. 336.

Altri progettiModifica