Doctor Who (nuova serie) (seconda stagione)

lista di episodi della seconda stagione

1leftarrow blue.svgVoce principale: Doctor Who.

Doctor Who (nuova serie), seconda stagione.

Episodio 1, La vendetta di CassandraModifica

  • La leggenda dice che la Faccia di Boe ha visto l’universo diventare vecchio. Ci sono tante superstizioni su di lui! Si racconta anche che, poco prima della sua morte, la faccia di Boe impartirà il suo grande segreto, ma che pronuncerà quelle parole solo a uno come lui. Si dice che parlerà a un vagabondo, all’uomo senza casa… il dio solitario. (Novizia Hame)

Episodio 2, L'impero del LupoModifica

  • Regina Victoria: si, dalla morte del principe Alberto è nata in me molta curiosità per le storie soprannaturali. Dottore: lui vi manca. Regina Victoria: Moltissimo. Immensamente. È questo il fascino delle storie di spiriti. Non il terrore o i brividi, quelli sono per i bambini ma, la speranza di qualche contatto con chi è nell'aldilà. Noi tutti vorremmo ricevere un messaggio da quel luogo e continuiamo a domandarci perché non ci sia concessa questa consolazione. Ma i morti continuano a tacere. E noi a sperare.
  • Volete un'arma? Siamo in una biblioteca: libri! Le migliori armi del mondo! (Dottore)
  • Rose: Ma è il Koh-i-Noor?
    'Dottore: Oh, sì. Il diamante più grande del mondo.
    Regina Vittoria: [...] Forse la leggenda che lo accompagna si sta avverando. Dice che chiunque lo possegga, debba inevitabilmente morire.
    Dottore: Beh, vale per qualsiasi cosa se si aspetta abbastanza.

Episodio 3, Una vecchia amicaModifica

  • Sarah Jane: Ti ho aspettato. Mi sei mancato.
    Dottore: Non avevi bisogno di me, stavi andando avanti con la tua vita.
    Sarah Jane: Tu eri la mia vita. Sai qual è stata la cosa più difficile? Affrontare quello che viene dopo… o meglio, quello che non viene dopo. Tu mi hai portata nei luoghi più lontani della galassia, mi hai mostrato le supernova e le battaglie intergalattiche… e poi hai deciso di mollarmi qui sulla Terra. Come poteva reggere il confronto col resto?
  • Il dolore e la perdita fanno parte di noi quanto la felicità o l'amore. Che sia un mondo o una relazione, tutto ha il suo tempo e tutto finisce. (Sarah Jane)
  • Rose: Quante sono state quelle che hanno viaggiato con te?
    Dottore: Ha importanza?
    Rose: Sì, ne ha se sono l'ultima di una lunga serie!
    Dottore: Invece di cosa?
    Rose: Credevo che tu ed io fossimo… ma ovviamente ho frainteso. Sono stata nell’anno 5 miliardi con te, ma è stato questo che mi ha davvero fatto vedere il futuro. Tu ci pianti in asso. Lo farai anche con me?
    Dottore: No. Non con te.
    Rose: Ma Sarah Jane? Eri molto legato a lei, e non... non l'hai neanche nominata una volta. Perché no?
    Dottore: Io non invecchio. Io mi rigenero. Ma gli umani non lo fanno; voi appassite e poi morite. Immagina quando questo succede ad una persona che tu…
    Rose: Cosa, Dottore?
    Dottore: Tu puoi passare il resto della tua vita con me, ma io non passerò il resto della mia vita con te. Devo continuare a vivere… da solo. E’ il destino dei Signori del Tempo.
  • Rose: Cosa faccio? Resto con lui?
    Sarah Jane: Si. Per certe cose vale la pena di farsi spezzare il cuore.

Episodio 4, Finestre nel tempoModifica

  • E’ successo, ragazza. E non avrei voluto che fosse altrimenti. Si può tollerare un mondo di demoni per amore di un angelo. (Reinette)
  • Rose: State bene?
    Reinette: No, sono molto spaventata. Ma io e voi lo sappiamo, vero Rose? Il Dottore vale la paura dei mostri.

Episodio 5, L'ascesa dei Cyberuomini (prima parte)Modifica

  • Rose: Cosa sono, robot?
    Dottore: Molto peggio...
    Rose: Sono persone?
    Dottore: Lo erano... finché tutta la loro umanità gli è stata tolta. È un cervello vivo innestato in un corpo cibernetico, con un cuore d'acciaio. Tutte le emozioni sono state rimosse.
    Rose: Perché niente emozioni?
    Dottore: Perché fanno male.

Episodio 6, L'ascesa dei Cyberuomini (seconda parte)Modifica

  • Dottore: Oh Lumic, sei un uomo intelligente. Ti definirei un genio, ma ci sono qua io. Hai inventato di tutto per combattere la tua malattia, ed è geniale. È così umano! Ma una volta che vi sarete liberati di malattie e della mortalità, cosa rimarrà? I Cyberuomini non si evolveranno. Vi bloccherete soltanto. Rimarrete così per sempre! Una Terra metallica, con uomini metallici e pensieri metallici. Perderete l'unica cosa che rende questo pianeta vivo: le persone! Persone ordinarie, stupide, brillanti!
    CyberComandante: Sei orgoglioso delle tue emozioni?
    Dottore: Oh, sì!
    CyberComandante: E allora dimmi, Dottore, conosci il rammarico? E la rabbia ed il dolore?
    Dottore: Sì, li conosco.
    CyberComandante: E fanno male?
    Dottore: Oh, si.
    CyberComandante: Io posso liberarti. Non lo vorresti? Una vita senza dolore.
    Dottore: A quel punto potresti uccidermi.

Episodio 7, La TrasmittenteModifica

Aggiungete qualche frase importante dell'episodio come per gli altri episodi di questa serie

Episodio 8, L'abisso di Satana (prima parte)Modifica

  • Dottore: Un buco nero è una stella morta che collassa su se stessa, finché la materia non è talmente densa e compatta da risucchiare ciò che la circonda. Non c'è nulla nell'universo che può salvarsi. Luce, gravità, tempo... viene risucchiato tutto e dopodiché viene distrutto.
    Rose: Quindi è impossibile orbitargli attorno? Dovremmo essere risucchiati?
    Dottore: Dovremmo essere morti.
  • È strano, perché la gente a casa pensa che i viaggi spaziali non saranno altro che andarsene in giro e... teletrasporti, antigravità... Ma non è così, vero? È dura. (Rose)
  • Ida: Beh... siamo arrivati fin qui. Non si torna più indietro.
    Dottore: Oh, dovevi proprio dirlo? "Non si torna più indietro"? È quasi peggio di... "Nulla può andare storto" o "Questo sarà il miglior Natale che Walford abbia mai avuto"!

Episodio 9, L'abisso di Satana (seconda parte)Modifica

  • Accetto che tu esista. Non posso accettare ció che sei, ma la tua esistenza fisica te la concedo. (Decimo Dottore)
  • Credo sia proprio per questo che continuo a viaggiare… per scoprire che sbaglio. (Decimo Dottore)
  • [Riferendosi a Rose] Io ho visto falsi dei, pessimi dei, semi dei, possibili dei e cose del genere… e non mi hanno mai convinto. Se c’è una cosa in cui credo è l’essere umano. Io credo in lei. (Decimo Dottore)

Episodio 10, Sulle tracce del mitoModifica

  • È venuto fuori che mi sono successe le cose più orribili, e anche le più spettacolari; e a volte, beh... non capisco la differenza. Sono la stessa cosa, sono... me. Sapete, Stephen King una volta ha detto "Salvezza e dannazione sono la stessa cosa.", ed io non ho mai capito cosa intendesse. Ora lo so. Perché il Dottore potrà anche essere meraviglioso, ma ripensandoci... stavo vivendo un momento così speciale. Solo per un pochino... ho avuto questa piccola e bella gang. E sono stati distrutti. Non è colpa sua... ma forse è questo che capita se ti avvicini al Dottore; anche solo per un secondo. Continuo a pensare a Rose e Jackie; quanto ci vorrà prima che ne paghino il prezzo? (Elton)
  • Sapete… quando si è piccoli ti dicono che devi solo crescere, trovare un lavoro, sposarti, avere una casa, avere un figlio e così via. Ma la verità è che il mondo è molto più strano invece; è molto più oscuro e molto più pazzo… e infinitamente più divertente. (Elton)

Episodio 11, La disegnatriceModifica

  • Gli Isolus sono degli esseri empatici che provano intense emozioni. Una volta separati dalla madre è il legame empatico, il loro bisogno gli uni degli altri, ciò che li sostiene. Hanno bisogno di stare insieme, non possono restare da soli. I piccoli Isolus viaggiano ognuno dentro un bozzolo; si muovono seguendo il calore e l'energia delle correnti solari. Ci vogliono millenni e millenni perché crescano. (Dottore)
  • Paura e solitudine sono problemi gravi e parecchie terribili azioni che si commettono partono da quello. La vita non è fatta solo per conquistare o distruggere… Capire è importante ed è la chiave dell’universo. Un cannone ionico, un rifrattore spazio-temporale, ma sai cosa ti serve di più? Ti serve che ti tengano una mano. (Dottore)
  • Rose: Credevo di averti perso!
    Dottore: No, non in una notte così... è una notte per ritrovare le cose perdute.

Episodio 12, L'esercito dei fantasmi (prima parte)Modifica

  • Il pianeta Terra. Sono nata qui, ed è qui che sono morta. Nei primi 19 anni della mia vita non è successo nulla, niente di niente. Mai niente. Poi ho incontrato un uomo, il Dottore; un uomo che poteva cambiare volto; e lui mi ha portato via da casa nella sua macchina magica. Mi ha mostrato l'intero spazio-tempo. Pensavo non sarebbe finita mai. (Rose)
  • Dottore: Fino a quando resterai con me?
    Rose: Per sempre.
    [Fuori campo] O almeno così speravo.

Episodio 13, L'esercito dei fantasmi (seconda parte)Modifica

  • Cyberuomo: Le nostre specie sono simili, ma il vostro design è inelegante.
    Dalek: I Dalek non possiedono il concetto di eleganza.
    Cyberuomo: Questo è evidente.
  • Cyberuomo: Dalek, siete avvisati: avete dichiarato guerra ai Cyberuomini.
    Dalek: Questa non è una guerra... questa è una disinfestazione!
    Cyberuomo: Noi abbiamo cinque milioni di Cyberman. Voi quanti siete?
    Dalek: Quattro.
    Cyberuomini: Pensate di distruggere i Cyberuomini con quattro Dalek?
    Dalek: Noi distruggeremo i Cyberuomini con un solo Dalek! Voi ci siete superiori in un solo ambito.
    Cyberuomo: Di cosa si tratta?
    Dalek: Voi siete più bravi a morire.
  • Cyberuomo: Tu sei la prova.
    Dottore: Di cosa?
    Cyberuomo: Che le emozioni distruggono.
    Dottore: Si, è vero.
  • Ho fatto la mia scelta tanto tempo fa… io voglio restare con te per sempre. (Rose)
  • L’altra notte ho fatto un sogno. Ho sentito una voce e chiamava il mio nome. L’ho raccontato a mia madre, mio padre e a Micky; chiunque altro avrebbe pensato che ero pazza, ma non loro tre… loro ci hanno creduto, perché hanno conosciuto il dottore e hanno ascoltato il sogno. Quella notte abbiamo fatto i bagagli. Siamo saliti sulla vecchia jeep di papà e siamo partiti, come diceva il sogno. Abbiamo seguito la voce, attraversato l’acqua e continuato a guidare per centinaia e centinaia di miglia… perché lui chiamava. Eccomi qui, finalmente. Questa è la storia di come sono morta. (Rose)
  • C'è ancora una piccola crepa nell'universo e sta per chiudersi. Ci vuole un mare di energia per questa proiezione, sono vicino ad una super nova. Rose Tyler, sto bruciando un sole solo per dirti addio. (Dottore)
  • Rose Tyler. Difensore della Terra. Tu sei morta; intendo nell’altra terra. Sono morti in tanti quel terribile giorno… sei nella lista dei caduti. E invece eccoti qui, che vivi una vita giorno dopo giorno. Un’avventura che io non potrò mai avere… (Dottore)

Altri progettiModifica