Democrito

filosofo greco antico
Busto di Democrito

Democrito di Abdera (in greco Δημόκριτος) (460 a.C. – 360 a.C.), filosofo greco antico.

Citazioni di DemocritoModifica

  • In verità nulla sappiamo, ché la verità è nell'abisso.[1]
  • L'uomo è un microcosmo dell'universo.[2]
  • La parola è l'ombra dell'azione.[1]
  • Noi siamo stati discepoli delle bestie nelle arti più importanti: del ragno nel tessere e nel rammendare, della rondine nel costruire le case, degli uccelli canterini, del cigno e dell'usignolo nel canto, con l'imitazione.[3]
  • Gli uomini avidi hanno lo stesso zelo dell'ape: sono operosi, come se vivessero in eterno.[4]
  • A chi è educato non è conveniente parlare con chi è ineducato, nello stesso modo che a un sobrio non è conveniente parlare con un ubriaco.[4]
  • Ai buoni non giova curarsi degli affari altrui e trascurare i propri i quali altrimenti non andranno bene.[4]
  • Molti ricchi non sono padroni delle proprie ricchezze, ma agiscono come se fossero loro custodi.[4]
  • Vivi appartato, è conveniente occuparsi solo degli affari propri, un tal modo di vivere nella tranquillità e gioia dovuta alla conoscenza stessa che rappresenta il massimo piacere per l'uomo.[4]
  • Ricco non è chi possiede ricchezze ma chi non ha bisogno di ricchezze.[4]

FrammentiModifica

  • Per convenzione il dolce, per convenzione l'amaro, per convenzione il caldo, per convenzione il freddo, per convenzione il colore, secondo verità gli atomi e il vuoto. (frammento 9)
  • Quando la conoscenza oscura non può piú spingersi ad oggetto piú piccolo né col vedere né coll'udire né coll'odorato né col gusto né con la sensazione del tatto, ma si deve indirizzar la ricerca a ciò che è ancor piú sottile.
  • Astieniti dalle colpe non per paura ma perché si deve.
  • La felicità non consiste negli armenti e neppure nell'oro; l'anima è la dimora della nostra sorte.
  • Gli uomini invocano la salute dagli dèi con le preghiere, e non sanno ch'essa è in loro potere; ma siccome per intemperanza operano contro di essa, sono essi stessi che tradiscono la propria salute a causa delle passioni.
  • Tutto ciò che esiste nell'universo è frutto del caso e della necessità.
  • Al saggio tutta la Terra è aperta, perché patria di un'anima bella è il mondo intero.
  • L'amicizia di una sola persona intelligente vale più di quella di tutti gli altri messi insieme.
  • Saggio è colui che non si lamenta per le cose che non ha, ma sa apprezzare quelle che ha.
  • Se si passa la misura, anche la cosa più gradevole ti diventa sommamente sgradevole. (frammento 233)
  • Il bene non sta nel non compiere ingiustizie, ma nel non volerle. (frammento 45)
  • Io so solo che non so nulla - so solo una cosa, ossia che non so. (frammento 63)
  • Fama e ricchezze senza mente non sono beni utili. (frammento 77)
  • Non devi aver rispetto per gli altri uomini più che per te stesso, né agir male quando nessuno lo sappia più che quando lo sappiano; ma devi avere per te stesso il massimo rispetto e imporre alla tua anima questa legge: non fare ciò che non si deve fare. (frammento 264)
  • Il cosmo è cambiamento, la vita opinione. (frammento 115 Diels-Kranz)[5]

Citazioni su DemocritoModifica

  • Ammirevole, nel testo democriteo, è il trattamento delle qualità sensibili. E colpiscono gli sforzi che egli fa con il senso della vista, mantenendo tenacemente l'idea fondamentale. Tra gli aforismi morali, alcuni sono veramente belli, ma molti, stranamente, hanno un'impronta piccolo-borghese (una morale volgare). [...] Degna di ammirazione è la ferma credenza che nella causalità fisica, una causalità che non si arresta neanche di fronte alla volontà del'homo sapiens. Per quel che ne so, solo Spinoza è stato così radicale e conseguente. (Albert Einstein)
  • Democrito, che 'l mondo a caso pone. (Dante Alighieri, Divina Commedia)

NoteModifica

  1. a b Citato in Diogene Laerzio, Vite dei filosofi, a cura di Marcello Gigante, Mondadori, 2009.
  2. Citato in AA.VV., Il libro della filosofia, traduzione di Daniele Ballarini e Anna Carbone, Gribaudo, 2018, p. 45. ISBN 9788858014165)
  3. Citato in Gino Ditadi, Introduzione: L'animale buono da pensare, in I filosofi e gli animali, vol. 1, Isonomia editrice, Este, 1994, p. 90. ISBN 88-85944-12-4
  4. a b c d e f Citato in S. Luria, Democrito. Raccolta dei frammenti, interpretazione e commentario, Bompiani Ed., 2007, ISBN 8845258041
  5. Citato in Marco Aurelio, Colloqui con sé stesso, traduzione di Luca Civitavecchia, Demetra, 2017.

BibliografiaModifica

  • Hermann Diels, Walther Kranz, I presocratici. Testimonianze e frammenti, a cura di Angelo Pasquinelli, Einaudi, Torino, 1976.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica