Antoine Fabre d'Olivet

scrittore francese
Fabre d'Olivet

Antoine Fabre d'Olivet (1767 – 1825), scrittore francese.

Citazioni di Antoine Fabre d'OlivetModifica

  • Godere prima di possedere: ecco l'istinto dell'uomo; possedere prima di godere: ecco l'istinto della donna.[1]
  • Sembra, secondo i più famosi rabbini, che lo stesso Mosè, prevedendo la sorte che poteva subire il suo libro e le false interpretazioni che i tempi gli avrebbero riservato, sia ricorso a una legge orale che egli affidò a viva voce a dei discepoli sicuri, e che incaricò di trasmettere nella segretezza del santuario ad altri uomini che, a loro volta, trasmettendola di epoca in epoca, la facessero così pervenire alla più lontana posterità. Questa legge orale si chiama Qabbālāh, dalla parola ebraica che significa "ciò che è ricevuto", "che viene passato di mano in mano".[2]

NoteModifica

  1. Da Histoire philosophique du genre humain. Citato in Dizionario delle citazioni, a cura di Italo Sordi, BUR, 1992. ISBN 88-17-14603-X
  2. Da La langue hébraïque restituée; citato in Raphael, La Via del Fuoco secondo la Qabbalah, Edizioni Asram Vidya, 1999, p. 14.

Altri progettiModifica