Apri il menu principale

Andrew Weil (1942 – vivente), medico statunitense.

  • A mio parere, uno dei cambiamenti più salutari che le persone possono attuare nella dieta è quello di sostituire con i derivati della soia parzialmente (o del tutto) i cibi animali che consumano attualmente.[1]
  • Nella nostra società la carenza di proteine è praticamente sconosciuta. Al contrario, la maggior parte delle persone ne consuma troppe, il che può anche avere effetti negativi sulla salute... Quantità estremamente ridotte sono sufficienti per soddisfare il fabbisogno minimo di un adulto medio – circa... sessanta grammi di cibo proteico al giorno. Nella nostra società molti ne consumano parecchi di più a ogni pasto... Ridurre la quantità di proteine nella dieta libererà energia, risparmierà lavoro in più al vostro sistema digerente e soprattutto al vostro fegato e ai vostri reni, e proteggerà dalle infiammazioni il vostro sistema immunitario.[2]
  • Tra i principali fattori che determinano il nostro stato di salute, la dieta è l'unico che possiamo controllare pienamente. Infatti spetta a noi decidere cosa mangiare o non mangiare. Non sempre ci è data questa possibilità. Basti pensare all'aria che respiriamo, all'inquinamento acustico, all'umore di chi ci sta vicino. L'alimentazione rappresenta quindi un'opportunità di salute da non trascurare.[3]

NoteModifica

  1. Da Eight Weeks to Optimum Health, Random House, New York, 1997, p. 70; citato in Tuttle, p. 82.
  2. Da Spontaneous Healing, Random House, New York, 1995, pp. 145-147; citato in Tuttle, p. 81.
  3. Citato in Jean Carper, Mangia bene e starai meglio, traduzione di Rossella Traldi, Sperling & Kupfer, Milano, 1995, p. 3. ISBN 88-200-1919-1

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica