Apri il menu principale

Andrea Pozzo

architetto e pittore italiano
Andrea Pozzo, Trionfo di Ercole (1704-1708)

Andrea Pozzo, anche nelle forme Del Pozzo, Dal Pozzo e Pozzi (1642 – 1709), gesuita, architetto, pittore, decoratore e teorico dell'arte italiano.

Citazioni su Andrea PozzoModifica

  • Andrea Pozzo da Trento, n. nel 1642 m. nel 1709. Pittore e architetto: né l'uno né l'altro. Non fu che Gesuita. (Francesco Milizia)
  • Come pittore è un veneto puro, che precorre Tiepolo, il quale certamente conobbe le sue opere, e ne risentì l'influsso; come architetto si ispira a Borromini, aggiungendo però alle forme del lombardo, uno smagliante colorito veneziano. (Antonio Muñoz)
  • Quando gli giunse l'ordine di trasferirsi nell'eterna città, occupavasi più a rimenare con la mestola nelle pentole, che a trattare pennelli, come quegli che teneva l'ufficio precipuo di aiutante del cuoco nella Casa Professa di Milano. Chiamato dall'Oliva in Roma e trattenuto per qualche tempo nel Collegio Romano a servirvi in cucina, come aveva fatto nella sua Provincia di Lombardia, mercé lo studio dei sommi modelli raccolti nell'Urbe e la saggia guida di valenti maestri, non tardò ad avverare le speranze da lui concepite. (Pietro Tacchi Venturi)
  • Su tutti [gli artisti rimasti a Roma dopo la morte di Gian Lorenzo Bernini] si eleva un maestro di genio, creatore di una nuova fase dell'architettura seicentesca, che per analogia col gotico potrebbe chiamarsi del barocco fiammeggiante, Andrea Pozzo, conosciuto sotto il nome di Padre Pozzo, mentre dovrebbe chiamarsi soltanto fratello, essendo semplice coadiutore della Compagnia di Gesù. (Antonio Muñoz)

Altri progettiModifica