Alfa Romeo

azienda automobilistica italiana

Citazioni sull'Alfa Romeo, azienda automobilistica italiana.

  • All'Alfa sanno fare i guanti alle mosche. (Enzo Ferrari)
  • [Nel 2022] È incredibile l'interesse che suscitano sempre le auto del biscione al di là di quelli che sono poi i dati di vendita. [...] È evidente che il marchio Alfa possiede ancora, e verrebbe da dire nonostante tutto, un fascino unico sulla gente, figlio di radici lontane che ci portiamo dentro magari senza nemmeno sapere bene perché. Il passato di storia e gloria è dimenticato da un pezzo, però il brand resta appiccicato addosso e si trasferisce di padre in figlio. Da mezzo secolo le Alfa Romeo sono vetture che faticano a imporsi sul mercato con poche eccezioni, [...] tanto che la frase "Le Alfa sono come la bella Cecilia: tutti le vogliono e nessuno le piglia" ha tenuto banco tra gli addetti ai lavori. Però il fascino resiste. (Carlo Cavicchi)
  • [Nel 2017] L'accordo con Sauber F1 Team è un passo significativo nella ricostruzione del brand Alfa Romeo che, tornando in F1 dopo un'assenza dalle corse di oltre 30 anni, restituisce al campionato uno dei marchi che hanno fatto la storia di questo sport, andando ad aggiungersi ad altre importanti aziende automobilistiche in F1. (Sergio Marchionne)
  • L'Alfa è sempre stato un fenomeno quasi inspiegabile per la sua suggestione. (Walter de Silva)
  • L'Alfa Romeo è stata un glorioso mito degli anni Venti [...] con le fantastiche macchine di Campari, Brilli Peri, Antonio Ascari e Borzacchini, vittoriosi in grand prix internazionali che valevano un mondiale. Lo stesso Enzo Ferrari è stato cullato da quelle glorie, guidando in quegli anni e poi portando a Modena, nella sua Scuderia, quelle stesse macchine, con l'arrivo di Nuvolari. Tutto all'insegna di un mito-Alfa rinnovato nel Dopoguerra, con gli stessi intenti, dagli uomini del Portello (quartiere che oggi sarebbe quasi Milano-Centro!), che hanno proposto le fantastiche Alfetta 1.500 compressore, nate come formula-Vetturette nell'ante-guerra e trasformate dai grandi progettisti di allora, da Vittorio Jano a Orazio Satta e Nicolis, in potentissime monoposto, pronte all'avvento della Formula Numero Uno del 1947, poi chiamata tout court Formula 1. (Enrico Benzing)
  • L'Alfa Romeo non è una semplice fabbrica di automobili: le sue auto sono qualche cosa di più che automobili costruite in maniera convenzionale. Ci sono molte marche di automobili, e tra esse l'Alfa occupa un posto a parte. È una specie di malattia, l'entusiasmo per un mezzo di trasporto. È un modo di vivere, un modo tutto particolare di concepire un veicolo a motore. (Orazio Satta Puliga)
  • Quando vedo passare un'Alfa Romeo mi tolgo il cappello. (Henry Ford)
  • Questo brand ha una storia incredibile e un numero di appassionati più grande di qualsiasi altro marchio al mondo. (Alejandro Mesonero-Romanos)
  • Un'Alfa non è assimilabile a un robot, deve essere più vicina a un essere umano. Le superfici devono essere sensuali, in modo che ogni volta che vedi un'Alfa Romeo, ti venga voglia di toccarla con mano per capire che quella che hai davanti non è un'illusione ottica. (Alejandro Mesonero-Romanos)
Logo Alfa Romeo

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica