8 donne e un mistero

film del 2002 diretto da François Ozon

8 donne e un mistero

Immagine 8 femmes salut.jpg.
Titolo originale

8 Femmes

Lingua originale francese
Paese Francia
Anno 2002
Genere giallo, commedia, musicale
Regia François Ozon
Soggetto Robert Thomas
Sceneggiatura François Ozon, Marina de Van
Produttore Olivier Delbosc, Marc Missonnier, Stéphane Célérier
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

8 donne e un mistero, film del 2002, regia di François Ozon.

FrasiModifica

  Citazioni in ordine temporale.

  • La vecchiaia, sai, è terribile, ma il dolore non è nulla. Fa più male sentirsi un peso, è così d'impaccio. (Mamy)
  • È importante che una famiglia sia unita, qualunque siano i difetti dei suoi membri. (Suzon)
  • Io sono bella e ricca. Lei sgraziata e povera. (Gaby)
  • Tuo padre ha sempre amato la giovinezza. (Gaby)
  • L'amore per i soldi la soffocherà. (Pierrette)
  • Sentite, ognuno ha il suo posto. Ognuno ha a sua funzione, il suo ruolo. (Louise)
  • Per non vivere soli | viviamo con un cane. | Viviamo con le rose o con una croce. | Per non vivere soli rifiutiamo di arrivare al dunque. | Amiamo un ricordo, un'ombra, una cosa qualunque. | Per non vivere soli | viviamo per la primavera. | E quando la primavera finisce, peer la prossima primavera. | Per non vivere sola, ti amo e ti aspetto, | per aver l'illusione | di non vivere sola. (Madame Chanel) [sottotitoli in italiano]
  • La femminilità, la deduzione, il fascino sono cose che non s'imparano. Sono armi che si hanno o non si hanno. (Louise)
  • Se tutte le donne che hanno un amante uccidessero il marito, non ci sarebbero più mariti né amanti. Spesso sono gli stessi, no? (Pierrette)
  • Il desiderio di un uomo spesso non è altro che un vizio che coltiviamo. (Pierrette)
  • Sono una borghese mancata come lei una puttana mancata! (Pierrette)

DialoghiModifica

  Citazioni in ordine temporale.

  • Madame Chanel: L'assassino è più furbo di quanto crediamo e più vicino.
    Gaby: Vuol dire che qui intorno si aggira un uomo?
    Madame Chanel: Un uomo? Perché un uomo?
    'Mamy: Chi altro potrebbe essere?
    Madame Chanel: Ma una donna...
    Augustine: È ignobile! Lei qui ci sta accusndo!
    Gaby: Quando una ha la coscienza tranquilla...
  • [Augustine rompe un vaso] Mamy: Un vaso così bello, mia cara. Vuoi bere qualcosa per distenderti?
    Augustine: Ma no, non sopporto di bere quando non sono a tavola.
  • Catherine: Senti Suzon, ho dimenticato una cosa. Quando sono tornata a letto, ho sentito uno strano rumore. Ho visto zia Augustine dal buco della serratura che stava davanti allo specchio con in mano qualcosa che brillava. Sul momento non ho realizzato, ma adesso sono sicura: era un coltello che lei affilava!
    Augustine: Sporca bugiarda! Quello che avevo in mano era il mio pettine bianco di madreperla. Lo stavo pulendo.
    Gaby: Alle tre del mattino?
    Augustine: Non c'è orario per i pettini!
  • Gaby: Ronzavi dalle parti della stanza di Marcel! Cosa è successo?
    Catherine: Lo sapresti se dormissi con papà.
    Gaby: Essere giudicata dai propri figli! È intollerabile!
    Pierrette: Per questo, amore mio, non ne ho mai fatti.
    Gaby: Ammetta che nessun uomo le ha mai chiesto di essere la madre dei suoi figli.
  • Louise: Preferisco essere accusata di vizio che di omicidio.
    Gaby: Le due cose non sono incompatibili. Viziosa e omicida, le stanno come un guanto.

ExplicitModifica

  • Nulla è mai scontato per l'uomo | né la sua forza, né la sua debolezza, né il suo cuore. | E quando apre le braccia sottovoce | la sua ombra forma una croce. | E quando vuole abbracciare la felicità, la distrugge. | la sua vita è uno strano e doloroso divorzio. | Non ci sono amori felici. | La sua vita somiglia a quei soldati senz'anima | che erano preparati a un altro destino. | A cosa può servire alzarsi al mattino, | a loro, che troviamo la sera disarmati, con l'animo supino? | Di' questo, vita mia e trattieni le lacrime. | Non ci sono amori felici. | Mio bell'amore, mio caro amore, mio strazio. | Ti porto dentro di me, come un uccello da curare. | E chi non lo sa, ci guarda passare | prendendo da me le parole da intrecciare. | E che ai tuoi grandi occhi si sono subito spente. | Non ci sono amori felici. | Il tempo di imparare a vivere ed è già troppo tardi. | I cuori piangono di notte con la stessa pulsione. | Quanti ripianti per pagare un'eccitazione, | quanta infelicità | per la più semplice canzone! | Quanti singhiozzi | per un accordo di chitarra! | Non ci sono amori felici. (Mamy) [sottotitoli in italiano]

Altri progettiModifica