Apri il menu principale

Vacanze di Natale 2000

film del 1999 diretto da Carlo Vanzina

Vacanze di Natale 2000

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

Vacanze di Natale 2000

Lingua originale italiano
Paese Italia
Anno 1999
Genere Commedia
Regia Carlo Vanzina
Sceneggiatura Carlo Vanzina,Enrico Vanzina
Produttore Aurelio De Laurentiis
Interpreti e personaggi

Vacanze di Natale 2000, film italiano, regia di Carlo Vanzina.

FrasiModifica

  • Doveva parcheggiare a spina di pesce, non a cacchio di cane! (Colombo)
  • Qui si mangia po(l)enta e oxei, e a ti no te piaxe la po(l)enta... be' forse 'i oxei... (Colombo) [ad Esmeralda]
  • Esmeralda, dove sei? In un Paese, dove non conosci la lingua... tranne la mia... (Colombo)
  • Oh, ah chicchi, sbrigateve che me stò a cacà sotto dal freddo! (Cipolla)
  • Me chiamo "er cipolla", perché se ve pijo, ve faccio piagne! (Cipolla)
  • Me facevo po' po' che di tutto! Pure de farina basta che era porvere! (Cipolla)
  • Me sento come l'ovo de Pasqua sotto l'arbero de Natale. Straaano! (Cipolla)
  • Sono la segvetavia dell'Avv. Giovanni Covelli. Mi consenta: il Capodanno del 2000 ghe n'è minga! Non c'è più! [...] La maiala della mì mamma? Della tu mamma! (Colombo)
  • Ah 'Bruce Lee ma che sta fà! Se ta riazzardi te dò na capocciata de faccio a custodia p'occhiali, levate va, sti bonzai. (Cipolla)
  • Nò, non ho popo che capito che hai detto?! C'è, er nonno de Heidi, viè da le montagne pè dimme... (Cipolla)
  • Mamma mia, comme sdò! (Cipolla)
  • Damme la ciuffona, che te faccio viaggia' in business class! (Giovanni) [ad Esmeralda]
  • Un discorso molto poetico... Non c'ho capito un cazzo! (Giovanni)
  • È 'n macello! Che caciara! È cor trapano ho 'nfrociato un tubo. Ammazza c'ho più culo io che 'n cinema porno, tiè, sembra de stà sur Titanic. (Er Cipolla) [ai coniugi Covelli ed al Signor Colombo]
  • Mamma mia, se non me bombardo de caffeina, casco 'n letargo! ( Er Cipolla) [al Signor Colombo e all'Avvocato Covelli]

DialoghiModifica

  • [Colombo tampona la macchina di Giovanni]
    Colombo: Non si preoccupi, c'ho la polizza casco.
    Giovanni: No lei è na testa de casco, ma co du zeta, anzi tre!
  • Cipolla: 'A, "Duca", famme un piacere: guarda se in giro c'è 'a spremuta d'arancio, che me sparo proprio 'na dose de vitamina C!
    Colombo: Eh! Eh! Ma guardi che io non sono duca... Io sono il Sig. Ettore Colombo e son di Milano. Molto piacere, grazie!
    Cipolla: Ma "Duca" è un abbreviativo, no: "duca" sta per "du capelli"! Ma nun vedi che c'hai in testa? Ma che è? 'Na voja de prosciutto cotto o t'hanno trapiantato 'na chiappa?
    Giovanni: Buona questa!
  • Esmeralda: Yo no soy una puta! Soy una chica seria. Tengo once hermanos, undici fratelli!
    Giovanni: 'Na squadra de calcio!
  • Giovanni [a Colombo]: Il 2000? Vuoi mettere con i favolosi anni '60?
    Sig.ra Covelli: Giovanniii! Cosooo!
    Giovanni: Questa qui era una stronza anche negli anni '60!
  • [Er Cipolla, lavorando col trapano, rompe un tubo allagando casa]
    Er Cipolla: È 'n macello!
    Colombo: Il Cipolla ha ammazzato i filippini!
    Er Cipolla: Che caciara!
    Signora Covelli: Oddio!
    Colombo: Cos'è successo?!?
    Avv. Covelli: Ma c'hai combinato?!?
    Er Cipolla: E cor trapano ho 'nfrociato er tubo. Mamma mia c'ho più culo io che er cinema porno, tiè, sembra de stà sur Titanic!
    Avv. Covelli: Ma va a morì ammazzato!
    Er Cipolla: Ecco, così me riposo!

Altri progettiModifica