Tullio Pericoli

pittore e disegnatore italiano

Tullio Pericoli (1936 - vivente), pittore e disegnatore italiano.

Tullio Pericoli

Pensieri della manoModifica

  • A chi mi ha chiesto qualche volta quali fossero i libri che mi hanno formato, quelli che mi hanno arricchito di più, mi è successo di rispondere che erano quelli che ho dimenticato. Perché? Sono i libri che, durante la lettura, mi hanno distratto maggiormente e più frequentemente. E la distrazione mi fa inseguire filoni inventivi, stimolati dalla lettura stessa. Da un lato perdo il filo narrativo o teorico, dall'altro guadagno in materiale immaginativo. In questo modo nella mia mente si viene a creare una specie di deposito, una miniera nascosta, alla quale attingo quasi non sapendo che c'è. Una riserva aurea della mia immaginazione.
  • Dichiararlo è pura ambizione, ma l'arte ontologicamente contiene in sé questo desiderio di eterno. Come negarlo? Un quadro non lo si può pensare come un prodotto confezionato, con impressa la data di scadenza. Anche se queste cose si possono dire solo per scherzo.
  • Walt Disney ci ha indotto, fin da bambini, a un certo uso delle espressioni facciali, coinvolgendo sopracciglia, occhi, bocca, guance eccetera. La malinconia si mostra in un modo, il dolore, la gioia e la felicità in un altro. Bene. L'uso prolungato ha prodotto un codice. Quindi, sapendo che alcuni segni esprimono tristezza, altri allegria, che alcuni sono drammatici e altri ironici, accostandoli e mettendoli in relazione gli uni con gli altri si possono costruire caratteri, volti che esprimono un modo di essere e di pensare. Ma se un sopracciglio obliquo significa malinconia, obliqua può essere, con lo stesso risultato, anche solo una ruga, o un segno nella fronte, che per pura vicinanza contraddicono o attenuano l’espressione del sopracciglio accanto. I segni hanno un potere espressivo proprio, che però si modifica in base alla loro collocazione e alle loro relazioni reciproche.

BibliografiaModifica

  • Tullio Pericoli, Pensieri della mano. Da una conversazione con Domenico Rosa, Adelphi, Milano, 2014. ISBN 9788845974434

Altri progettiModifica