Surrealismo

movimento artistico e culturale

Citazioni sul surrealismo.

  • Il meccanismo surrealista è di uso facile e a portata di tutti, comprese le donne e i bambini. I bambini anzi sono surrealisti per natura. È un meccanismo un po' simile a quello dell'umorismo. Si tratta di creare un'emozione, associando due cose che per loro natura sono inassociabili. L'uccello sull'albero è reale: l'uomo sull'albero è surreale. (Alberto Savinio)
  • Il surrealismo s'è trascinato dietro, nel fondo della perversione perseguita sistematicamente, questa innocenza disarmata; un sorriso sorprendente d'origine creaturale s'è diffuso sull'orrore, tenendolo a bada, in una sorta di esorcismo supremo. (Piero Bigongiari)
  • Il Surrealismo visse la sua età eroica fra le due guerre, in permanente stato rivoluzionario, invecchiando anch'esso fra scismi e diserzioni, finendo anch'esso per riportare il «battello ebro» nel porto della tribù o nel placido fiume della storia. Non riuscì a «risolvere i principali problemi della vita», si mise addirittura a cantare il «bel canto», la patria e l'amore, ma riuscì a guadagnarsi un brillante posto nel mondo delle arti e delle lettere con pittori come Dalì, Max Ernst, Miro, con vivaci scrittori come Breton e Aragon, con autentici poeti come Eluard e René Char, con originali romanzieri come Julien Gracq. Solo il teatro sembrava refrattario alle sue metafisiche concrezioni, ma anche queste finiranno per conquistare la ribalta e la platea quando troveranno l'uomo del momento, o l'esperto che porta il senso dello spettacolo nella rappresentazione del non-senso. (Italo Siciliano)
  • L'importanza storica del surrealismo consiste nel suo valore rappresentativo delle condizioni mentali e morali di una parte cospicua della classe intellettuale di Occidente: confusione di idee, disseccamento di sentimenti, atrofizzazione, o addirittura perversione, della coscienza morale, perdita di senso della realtà. Il pensiero diviene gioco dilettantistico, la volontà reazione isterica. (Luigi Salvatorelli)
  • L'impostazione più radicale per la lotta contro l'ordine presente delle cose non venne nei venti anni tra le due guerre [mondiali] dal comunismo, ma da un movimento ideologico-artistico: il surrealismo. E forse a codesta radicalità fu dovuta la sua larga e lunga fortuna, il suo fascino di propaganda, la sua fama persistente tuttora: quando pure avrebbero dovuto essere chiare a tutti l'inconsistenza teorica del movimento e la sua incapacità di qualsiasi concretamento effettivo. (Luigi Salvatorelli)
  • Realismo e surrealismo, hanno dichiarato credendo di muovermi un rimprovero. Ma la nostra vita non è proprio così? Realismo e surrealismo. Poveri coloro che hanno soltanto del realismo nella loro esistenza. E surrealista io lo fui fin dal mio primo vagito. (Aldo Palazzeschi)
André Breton poeta e teorico del surrealismo (seconda metà degli anni venti)

Voci correlate

modifica

Altri progetti

modifica