Stephen Dedalus

personaggio immaginario, alter-ego di James Joyce

Stephen Dedalus, alter-ego letterario dello scrittore irlandese James Joyce in due suoi romanzi: nel Ritratto dell'artista da giovane come protagonista e nell' Ulisse, dove è un importante personaggio.

James Joyce, creatore del personaggio Stephen Dedalus, in una foto di C. Ruf, 1918 circa.

Citazioni su Stephen DedalusModifica

  • La famiglia, la chiesa, la patria: triplice odiosamato Minotauro a guardia del labirinto dove il giovane artista, guardando il cielo, prova in segreto le sue ali di cera. Né saprà mai cancellarsi appieno dallo spirito, anche quando avrà rifiutato di pregare al capezzale della madre morente, quelle stimmate aquinati e cattoliche, o il ricordo della folla in preghiera ai funerali di Parnell. Per intanto egli cresce fra sozzure ed estasi, nere pozze di vita e ineffabili epifanie, ignaro ancora se il suo destino avrà nome dal martirio di Stephen o dall'evasione di Dedalo. O se l'aspetta in fondo alla via una lapide con su scritto: Stefano Icaro. (Gesualdo Bufalino)

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica