Differenze tra le versioni di "Niccolò Machiavelli"

(→‎Citazioni: dall'edizione a cura di Chabod reperibile sul sito di Liber Liber; non linko volutamente WS perché l'edizione scelta è scadente e scorretta)
*I [[Francia|franzesi]] sono per natura più fieri che gagliardi o dextri; et in uno primo impeto chi può resistere alla ferocità loro, diventano tanto umili, e perdono in modo l'animo che divengono vili come femmine. Ed anche sono insoportabili de' disagi ed incommodi loro, e col tempo stracurano le cose in modo che è facile, col trovargli in disordine, superarli. (da ''[[s:Ritratto di cose di Francia|Ritratto di cose di Francia]]'')
*''La notte che morì [[Pier Soderini]]. | L'anima andò dell'inferno alla bocca. | Gridò Pluton: Che inferno! anima sciocca, | Va su nel limbo fra gli altri bambini''. (da ''[[s:Rime varie/Epigrammi|Epigrammi]]''<ref>Citato in [[Giuseppe Fumagalli]], ''[[s:Indice:Chi l'ha detto.djvu|Chi l'ha detto?]]'', Hoepli, 1921, p. 506.</ref>)
*Non vi è muro, per quanto spesso, che l'artiglieria non possa distruggere nel giro di pochi giorni. in AA.VV., ''Il libro della storia'', traduzione di Roberto Sorgo, Gribaudo, 2018. ISBN 9788858016572)
*Perché li popoli in privato sieno ricchi, la ragione è questa, che vivono come poveri; non edificano, non vestono, e non hanno masseri­zie in casa. Basta loro lo abbondare di pane, di carne, ed avere una stufa, dove rifuggire il freddo: e chi non ha dell'altre cose fa senza esse, e non le cerca. Spendonsi in dosso duoi forini in dieci anni, ed ognuno vive secondo il grado suo a questa proporzione, e nissuno fa conto di quello gli manca, ma di quello che ha di necessità, e le loro necessitadi sono assai minori che le nostre. (da ''[[s:Ritratto delle cose della Magna|Ritratto delle cose della Magna]]'')
 
22 023

contributi