Differenze tra le versioni di "Parigi"

1 772 byte aggiunti ,  1 anno fa
+Sezione Leone Traverso.
(+Sezione Leone Traverso.)
*Sì, mia Parigi che aspetti!<br>Io vedo già nell'acqua della Senna fedele,<br>vedo il Louvre sommergere i tetti! ([[Edmond Rostand]])
*Una Parigina innamorata smentisce la sua natura e vien meno alla sua funzione: esser di tutti, come un'opera d'arte. ([[Anatole France]])
 
====[[Leone Traverso]]====
*Al nome di Parigi, prima delle case e le vie e gli uomini che vi si muovono con l'onda dei sogni all'ultima curva, rinasce il cielo della strana città. S'alza dalle creste del terreno ondulato, sopra le sagome di pietra, o s'incava nello specchio delle acque, profondo, lieve e libero come mai in altro luogo.
*Lasciando ai Francesi i loro difetti, va loro riconosciuto un amore e un'intelligenza della natura, una delicata confidenza mista di «distance», che è puro umanesimo. Anche nel cuore della città, lungo la Senna o sui boulevards come nei grandi parchi, gli alberi prosperano felici di una civiltà che li ama e se ne consola quasi di una presenza sovrumana ma benigna e per qualche via segreta in comunicazione con gli uomini.
*Nella più grandiosa prospettiva d'Europa, dal Museo del [[Louvre|Louvre]] all'Étoile, per i Campi Elisi, nel monumento della propria gloria hanno<ref>I francesi.</ref>partecipe e primo segno il cielo, incastonato e come riflesso dall'uno all'altro degli archi in fuga a rispecchiare verticale l'anello dell'orizzonte. E umanamente i grandi alberi popolano le rive e le vie, e intorno alle isole la Senna si curva in anse dolci e segrete di donna.<br>Qui il viso della sera s'inclina lentissimo verso di noi, sino a sfiorarci quasi la gota con le ciglia.
*Sul marmo opaco di [[Cattedrale di Notre-Dame|Notre-Dame]] le nuvole stendono un baldacchino d'argento antico: e i festoni enormi di edere ricadenti verso l'acqua sbalzano fregi di bronzo verde alla cintura di pietra della Senna. Questa armonia spontanea di elementi diversi, questa simpatia naturale che li attrae senza violenza a una comunità di vita libera e complementare, conclude questa città così varia nell'unità di una sfera.
 
==Voci correlate==