Paradise Kiss: differenze tra le versioni

3 156 byte aggiunti ,  3 anni fa
+9 da episodi 9 e 10
(+7 da episodi 7 e 8)
(+9 da episodi 9 e 10)
*'''Yukari''': Ti ringrazio, sul serio, ma ti dico che sto bene: non preoccuparti per me.<br />'''Hiroyuki''': E invece mi preoccupo, se non ti dispiace: siamo amici, no? <!-- 12.32 -->
*La condizione posta da mia madre era di una semplicità disarmante: mi sarei dovuta diplomare. Ero pronta a fare qualunque cosa pur di poter diventare una modella: persino passare l'esame di ammissione all'università, anche se ciò avesse significato non vedere più George. ('''Yukari''') <!-- 21.03 -->
 
===Episodio 9, ''Designer''===
*Quella notte studiai in vista delle ultime due prove d'esame e mi infilai sotto le coperte solo alle prime luci dell'alba. Erano passati appena sei giorni da quando me ne ero andata di casa ma percepivo la mia stanza come qualcosa di lontano, come se fossi stata via per mesi. Nonostante avessi dormito solo tre notti nell'appartamento di George ormai mi ero abituata a dormire sul fianco sinistro. Quando era disteso George non mi rivolgeva mai la schiena: questo mi rendeva estremamente felice. ('''Yukari''') <!-- 2.11 -->
*'''Yukari''': Sai, io forse inizierò davvero a lavorare come modella: ora questo è il mio nuovo sogno.<br />'''Hiroyuki''': Hai trovato un'agenzia? Che bello! Allora a questo punto a che ti serve fare tutta questa fatica per diplomarti?<br />'''Yukari''': La pensi così anche tu, Tokumori? Però sai, nel preciso istante in cui mia madre mi ha detto di fare come volevo io mi è quasi venuta voglia di continuare a studiare all'università. Non è strano?<br />'''Tokumori''' {{NDR|ride}}: Be', credo di capire che vuoi dire: un conto è studiare perché si è costretti e un altro è farlo di propria volontà. C'è una bella differenza, non lo credi anche tu? <!-- 6.09 -->
*Il lavoro di [[modello (professione)|modella]] è uno di quei mestieri che si basano anche sulla fortuna, non è detto che basti impegnarsi nella vita per avere successo. ('''Hiroyuki''') <!-- 6.56 -->
 
===Episodio 10, ''La rosa''===
*Detesto il [[bianco]], Isabella: dissimula sobrietà e si impregna di qualunque altro colore. Lo trovo il più seducente dei colori, non riesco a resistere senza farlo mio. ('''George''') <!-- 4.05 -->
*'''George''': Isabella, hai mai visto delle [[Rosa (fiore)|rose]] fresche di colore blu?<br />'''Isabella''': Certo che no: le rose blu sono fiori leggendari che nemmeno i più grandi esperti sono riusciti a riprodurre.<br />'''George''': Hai ragione, per questo il termine ''blue rose'' sta anche a indicare qualcosa di impossibile. <!-- 4.26 -->
*Io non intendo certo diventare uno scienziato: mi si addice di più il ruolo dell'impostore che regala un sogno lungo un attimo, nel mondo dell'arte non vi è nulla di impossibile. ('''George''') <!-- 5.00 -->
*Uno stilista non è un impostore che vende sogni alla gente, [...] è qualcuno che realizza abiti che possano essere indossati tutti i giorni. ('''Arashi''') <!-- 6.24 -->
*La prima passerella della mia vita si rivelò molto più larga, più lunga e più difficile da percorrere di quanto immaginassi: non avevo idea che camminare potesse essere così difficile, proprio come vivere. ('''Yukari''') <!-- 11.28 -->
*Sai Carrie, da quando ho cominciato a prendere coscienza delle cose non mi sono più sentita a mio agio con la mia identità di uomo; per me era dura essere costretta a vivere come un ragazzo. Nella primavera del terzo anno delle elementari confidai le mie pene a George che era mio compagno di classe; lui mi ascoltò con attenzione come nessuno aveva fatto prima di allora. Fui così felice che scoppiai a piangere, era la prima volta che qualcuno mi stava a sentire. ('''Isabella''') <!-- 17.37 -->
 
==Note==