Differenze tra le versioni di "Alcide Dessalines d'Orbigny"

incipit
(le pampas)
(incipit)
'''Alcide Dessalines d'Orbigny''' (1802 – 1857), naturalista francese.
 
==''Viaggio pittoresco nelle due Americhe''==
==Citazioni di Alcide Dessalines d'Orbigny==
===Incipit===
*Ho già descritto le [[Pampa|Pampas]], pianure immense così che vi si perde lo sguardo, né il terreno giammai s'innalza sopra il livello della lor superficie. Lunghe erbe, e nella {{sic|state}} alti cardi salvatici, {{sic|ricopruono}} il suolo, e danno al paese aspetto di nana boscaglia; [...]. Colà tutto è squallore, non crescendo pure un cespuglio, sul quale riposare lo sguardo, [...]. (da ''[https://archive.org/details/viaggiopittoresc00orbi/page/n10 Viaggio pittoresco nelle due Americhe]'', Stabilimento nazionale di G. Antonelli, Venezia, 1852, p. 594)
Percorrere il proprio astro, la terra, ammirare le meraviglie della natura, distinguere i costumi dei varii popoli, allargare il criterio sull'origine delle cose collo studio e col confronto delle più opposte e lontane, dotare la scienza di nuove scoperte, indicare al commercio nuove fonti di lucro, arricchire la storia di nuovi fatti, trovar dappertutto l'identità della natura e della vita nelle più svariate apparenze, {{sic|tuttociò}}, unitamente al desiderio dell'anima umana di trovarsi eccitata da ognor nuove impressioni e dalla {{sic|maraviglia}} del bello, rende così vivo nell'uomo l'amor de' viaggi, che sembra occupare non breve parte del sogno della terrena felicità.
*Gli abitanti di questa porzione di paese sono una rozza barbara schiatta, di ributtevole aspetto, già descritta sotto il nome di [[Gaucho|gauchos]], abitanti cristiani delle Pampas, mescolanza del sangue dei bianchi e degl'Indiani, nemici mortali degli aborigeni, e costantemente armati contr'essi. (da ''op. citata'', p. 595)
 
===Citazioni===
*Ho già descritto le [[Pampa|Pampas]], pianure immense così che vi si perde lo sguardo, né il terreno giammai s'innalza sopra il livello della lor superficie. Lunghe erbe, e nella {{sic|state}} alti cardi salvatici, {{sic|ricopruono}} il suolo, e danno al paese aspetto di nana boscaglia; [...]. Colà tutto è squallore, non crescendo pure un cespuglio, sul quale riposare lo sguardo, [...]. (da ''[https://archive.org/details/viaggiopittoresc00orbi/page/n10 Viaggio pittoresco nelle due Americhe]'', Stabilimento nazionale di G. Antonelli, Venezia, 1852, p. 594)
*Gli abitanti di questa porzione di paese sono una rozza barbara schiatta, di ributtevole aspetto, già descritta sotto il nome di [[Gaucho|gauchos]], abitanti cristiani delle Pampas, mescolanza del sangue dei bianchi e degl'Indiani, nemici mortali degli aborigeni, e costantemente armati contr'essi. (da ''op. citata'', p. 595)
 
==Bibliografia==
*Alcide Dessalines d'Orbigny, ''[https://archive.org/details/viaggiopittoresc00orbi/page/n10 Viaggio pittoresco nelle due Americhe]'', Stabilimento nazionale di G. Antonelli, Venezia, 1852.
 
==Altri progetti==
20 300

contributi