Apri il menu principale

Modifiche

2 996 byte aggiunti ,  10 mesi fa
divisione in paragrafi, per categoria di autore (e citazione). Inserita citazione dal libro "L'Infinito" del prof. Antonino Zichichi
Citazioni sull''''infinito'''.
 
== Filosofia ==
*Alla zampa di ogni uccello che vola è legato il filo dell'infinito. ([[Victor Hugo]])
*L'infinito è immortale... e indistruttibile. ([[Anassimandro]])
*È per noia che l'Infinito ha inventato limiti e spazi. Per noia li distruggerà. ([[Gesualdo Bufalino]])
*Se infatti è infinito deve [[Uno (filosofia)|essere uno]]: perché se fossero due, i due non potrebbero essere infiniti, ma l'uno avrebbe [[limite]] nell'altro. ([[Melisso]])
*Il migliore, il vero infinito, la vera pace, sono ai piedi del divin tabernacolo. ([[Charles de Foucauld]])
*L'idea di infinito si affaccia nella storia dell'uomo nel momento stesso in cui egli comincia ad interrogarsi sul senso della sua presenza sulla Terra, e si pone le domande fondamentali che ci assillano ancora oggi: l'inizio, il futuro, la fine, le [[Quarta dimensione|dimensioni]] del tempo e dello spazio, le spiegazioni ultime. Da allora l'infinito non ha smesso di porre interrogativi, di stimolare riflessioni e ricerche, di generare paradossi e di alimentare polemiche in cui la violenza verbale è pari almeno alla posta in gioco. ([[Tullio Regge]])
*Ipotesi: l'infinito è una cosa penultima? A differenza del finito, che esibisce in effetti tutte le patenti per cui potremmo contarlo fra le ultime? È un'ipotesi che può deprimere molto, la sostanza del nichilismo. ([[Luca Rastello]])
*Uno dunque è il cielo, il spacio immenso, il seno, il continente universale, l'[[Etere luminifero|eterea regione]] per la quale il tutto discorre e si muove. Ivi innumerabili stelle, astri, globi, soli e terre sensibilmente si veggono, ed infiniti raggionevolmente si argumentano. L'[[universo]] immenso ed infinito è il composto che resulta da tal spacio e tanti compresi corpi. ([[Giordano Bruno]])
*L'idea di infinito si affaccia nella storia dell'uomo nel momento stesso in cui egli comincia ad interrogarsi sul senso della sua presenza sulla Terra, e si pone le domande fondamentali che ci assillano ancora oggi: l'inizio, il futuro, la fine, le dimensioni del tempo e dello spazio, le spiegazioni ultime. Da allora l'infinito non ha smesso di porre interrogativi, di stimolare riflessioni e ricerche, di generare paradossi e di alimentare polemiche in cui la violenza verbale è pari almeno alla posta in gioco. ([[Tullio Regge]])
*Ogni ricerca consiste, dunque, in una [[Proporzione divina|proporzione comparante]], che è facile o difficile. Ma l'infinito, in quanto infinito, poiché si sottrae ad ogni proporzione, ci è sconosciuto. ([[Nicola Cusano]])
*L'infinito è immortale... e indistruttibile. ([[Anassimandro]])
*''L'infinito è lo zero questa è la mal'ironia che continuiamo a sognare.'' (''[[Linea 77]]'')
*L'infinito in ampiezza dello spazio celeste, come l'infinito rinchiuso in una creatura o in un fiore, era per lui la prova voluta dell'esistenza di quel Dio che ogni giorno la sua ragione insaziabile cercava. Sperando, come tutti i filosofi, che la prova della divinità fosse la prova dell'eternità dell'anima umana, andava così errando tutta la vita in cerca di un Dio che lo immortalasse. ([[Fabio Tombari]])
*L'infinito, purtroppo, è un personaggio subdolo. ([[Marcus du Sautoy]])
*La spiritualità è infatti la chiave principale del pensiero indiano, il senso dell'infinito è nativo con questo. ([[Sri Aurobindo]])
*Mi sono seduto sul bordo della vita e con i piedi a penzoloni ho guardato l'infinito respirando il suo profumo. ([[Fabio Volo]])
*Nessuno è perso, nell'infinito. Terribile è perdersi, sentire di essere persi, nel finito. ([[Guido Ceronetti]])
 
*Non è cosa naturale né conveniente che l'infinito sia compreso, né esso può donarsi finito: percioché non sarebbe infinito. ([[Giordano Bruno]])
== Nella religione ==
*Non posso farci niente: mio malgrado, l'infinito mi tormenta. ([[Alfred De Musset]])
*La spiritualità è infatti la chiave principale del pensiero indiano, il senso dell'infinito è nativo con questo. ([[Sri Aurobindo]])
*Non sosterrò, come [[Abraham Gotthelf Kastner|Kästner]], che ''tutte'' le asserzioni paradossali che s'incontrano nelle [[matematica|matematiche]] siano direttamente o indirettamente legate al concetto di infinito; ma è certo che per la maggior parte lo sono. ([[Bernard Bolzano]])
*Il migliore, il vero infinito, la vera pace, sono ai piedi del [[Eucaristia|divin tabernacolo]]. ([[Charles de Foucauld]])
*Ogni ricerca consiste, dunque, in una proporzione comparante, che è facile o difficile. Ma l'infinito, in quanto infinito, poiché si sottrae ad ogni proporzione, ci è sconosciuto. ([[Nicola Cusano]])
* L'infinito in ampiezza dello spazio celeste, come l'infinito rinchiuso in una creatura o in un fiore, era per lui la prova voluta dell'esistenza di quel [[Dio]] che ogni giorno la sua [[ragione]] insaziabile cercava. Sperando, come tutti i filosofi, che la [[Problema dell'esistenza di Dio|prova della divinità]] fosse la prova dell'eternità dell'anima umana, andava così errando tutta la vita in cerca di un Dio che lo immortalasse. ([[Fabio Tombari]])
*''Pochi quadrilioni di ere, pochi ottilioni di leghe cubiche, non turbano lo spazio né lo rendono impaziente, | non sono che parti, ogni cosa non è che una parte. || Spingi lo sguardo il più lontano che puoi, oltre quello è l'illimite spazio, | conta il più alto che puoi, oltre quello vi è il tempo infinito.'' ([[Walt Whitman]])
 
*Qual ponte, muti chiedemmo, qual ponte abbiamo noi gettato sull'infinito, che tutto ci appare ombra di eternità? A quale sogno levammo la nostalgia della nostra [[bellezza]]? La [[luna]] sorgeva nella sua vecchia vestaglia dietro la chiesa bizantina. ([[Dino Campana]])
== Nelle scienze ==
*Se infatti è infinito deve essere uno: perché se fossero due, i due non potrebbero essere infiniti, ma l'uno avrebbe limite nell'altro. ([[Melisso]])
*Solo due cose sono infinite: l'Universo e la stupidità umana. E non sono molto sicuro della prima. ''(attribuita ad [[Albert Einstein]])''
*Non sosterrò, come [[Abraham Gotthelf Kastner|Kästner]], che ''tutte'' le [[asserzione|asserzioni]] [[paradosso|paradossali]] che s'incontrano nelle [[matematica|matematiche]] siano direttamente o indirettamente legate al concetto di infinito; ma è certo che per la maggior parte lo sono. ([[Bernard Bolzano]])
*L'infinito, purtroppo, è un personaggio subdolo. ([[Marcus du Sautoy]])
 
=== Dal libro "L'Infinito" (del prof. [[Antonino Zichichi|A.Zichichi]]<ref>Antonino Zichichi (prof.), '' L'Infinito.L'avventura di un'idea straordinaria.'', Il Saggiatore Edizioni (collana Net), 13 Dicembre 2004, Milano, p. 173, ISBN 88-515-2212-X</ref>===
*Esistono diversi livelli di Infinito.
** [1)] '''L'Infinito Potenziale'''', che si ottiene aggiungendo sempre qualcosa all'ultima enorme grandissima cosa già concepita: limite che non tocca mai l'Infinito, ma che ad esso si avvicina tanto quanto si vuole.
** [2)] L' '''Infinito Attuale''', che si ottiene considerandolo già esistente. Esso è al di sopra di qualsiasi Infinito Potenziale.
** [3)] C'è infine l'Infinito [[Assoluto]], definito come non accessibile, quindi non determinabile, matematicamente. Contrariamente a quello che spesso viene detto, la matematica dell'Infinito non mette in crisi il concetto di Dio. Infatti il concetto, di Infinito Assoluto sfugge totalmente alla'analisi e al rigore logico-matematico. Tutto ciò che l'intelletto umano può analizzare sono l'Infinito Potenziale e i '''Transfiniti'''. L' Assoluto no.
* Di Infinito Attuale ne esistono tanti.
** Il primo livello è quello dell'Infinito detto Numerabile: rappresentato ad esempio dall'Insieme Infinito dei numeri interi. Ad esso [[George Cantor|Cantor]] ha dato il nome di "aleph-zero".
** Poi c'è l'infinito continuo chiamato da Cantor "Aleph-uno". Esso è rappresentato da tutti i punti, anche piccolissimi di un segmenti di linea, purchè non nullo. Ovvero da punti di una superficie o da quelli di un volume (v. Cap. II della Terza Parte). Questo livello di Infinito, detto Continuo, è rappresentato non solo dall'Insieme Infinito dei punti di un segmento, di una superficie, o di un volume, ma anche, ed equipotentemente, dall'Insieme Infinito dei numeri reali (v. Cap. III della Terza Parte).
** Sempre restando nell'ambito dell'Infinito Attuale, [sia numerabile che non numerabile], quindi concepibile come già esistente in tutta la sua completezza, ci sono tanti Infiniti livelli di Infinito, sempre crescenti. Il livello più potente del continuo, Cantor lo denotò con "aleph-due". -esso lo si può immaginare come l'insieme infinito di tutte le linee geometriche. Per i livelli ancora più potenti, "aleph-tre", ecc., non è facile pensare Insiemi Infiniti che li possano rappresentare in modo facilmente afferrabile, come icasi sopracitati per "aleph-zero", "aleph-uno", "aleph-due". A tutti gli Infiniti Attuali Cantor diede il nome di '''Transfiniti'''. ([[Antonino Zichichi]])
* ''Sintesi sui livelli di infinito: L'Infinito Potenziale non toccherà mai i livelli minimi dell'Infinito Attuale. L'Infinito Attuale non toccherà mai l'Infinito Assoluto.'' (A. Zichichi)
 
== Nella letteratura ==
*Starei in un guscio di noce e mi reputerei re di uno spazio infinito. (''[[Amleto]]'')
:Io potrei viver confinato in un guscio di noce, e tuttavia ritenermi signore d'uno spazio sconfinato.
*Non posso farci niente: mio malgrado, l'infinito mi tormenta. ([[Alfred De Musset]])
*Uno dunque è il cielo, il spacio immenso, il seno, il continente universale, l'eterea regione per la quale il tutto discorre e si muove. Ivi innumerabili stelle, astri, globi, soli e terre sensibilmente si veggono, ed infiniti raggionevolmente si argumentano. L'universo immenso ed infinito è il composto che resulta da tal spacio e tanti compresi corpi. ([[Giordano Bruno]])
*L'infinito in ampiezza dello spazio celeste, come l'infinito rinchiuso in una creatura o in un fio
*Vi sono beni così grandi che il cuore dell'uomo deve spezzarsi per poterli accogliere. E l'infinito per compenetrarsi nella nostra vita, non dovrà infrangere i limiti? ([[Maurice Zundel]])
*Qual ponte, muti chiedemmo, qual ponte abbiamo noi gettato sull'infinito, che tutto ci appare ombra di eternità? A quale sogno levammo la nostalgia della nostra [[bellezza]]? La [[luna]] sorgeva nella sua vecchia vestaglia dietro la chiesa bizantina. ([[Dino Campana]])
*È per noia che l'Infinito ha inventato limiti e spazi. Per noia li distruggerà. ([[Gesualdo Bufalino]])
*Vorrei il bello nell'infinito, invece vi trovo soltanto il dubbio. ([[Gustave Flaubert]])
*Ipotesi: l'infinito è una cosa penultima? A differenza del finito, che esibisce in effetti tutte le patenti per cui potremmo contarlo fra le ultime? È un'ipotesi che può deprimere molto, la sostanza del nichilismo. ([[Luca Rastello]])
*Vi sono beni così grandi che il cuore dell'uomo deve spezzarsi per poterli accogliere. E l'infinito per compenetrarsi nella nostra vita, non dovrà infrangere i limiti? ([[Maurice Zundel]])
*Alla zampa di ogni uccello che vola è legato il filo dell'infinito. ([[Victor Hugo]])
*''Pochi quadrilioni di ere, pochi ottilioni di leghe cubiche, non turbano lo spazio né lo rendono impaziente, | non sono che parti, ogni cosa non è che una parte. || Spingi lo sguardo il più lontano che puoi, oltre quello è l'illimite [[spazio fisico|spazio]], | conta il più alto che puoi, oltre quello vi è il tempo infinito.'' ([[Walt Whitman]])
 
== Nella musica ==
*Mi sono seduto sul bordo della vita e con i piedi a penzoloni ho guardato l'infinito respirando il suo profumo. ([[Fabio Volo]])
*''L'infinito è lo zero questa è la mal'ironia che continuiamo a sognare.'' (''[[Linea 77]]'')
 
==Altri progetti==
Utente anonimo