Differenze tra le versioni di "Gustave Flaubert"

(+ Notes de voyage)
*{{NDR|Su [[Genova]]}} Le mura circondano le città, il camminamento corre proprio alla fine della città. Che mare! Si vede improvvisamente fra casa e casa camminando nelle strade nere e umide. Donne brutte e nello stesso tempo attiranti (per riflessione) in una di quelle stradine parallele al mare e che non ho potuto ritrovare.<ref name=marcenaro144>Citato in Giuseppe Marcenaro, p. 144</ref>
*Grotta di Sestri: l'italiano volgare ci deve stare molto bene.<ref name=marcenaro144/>
*[[Villa Durazzo-Pallavicini|Palazzo Durazzo]]: grande lago artificiale, marmo, cascata sull'erba, giardino all'inglese. A Nizza e nel mezzogiorno l'arte del giardinaggio è ancora in infanzia. Qui si ritrova il gusto aristocratico del patriziato. I tritoni di marmo e i grandi alberi degli antichi giardini fanno pensare ai giardini romani.<ref name=marcenaro144/>
*Teatro all'aperto. L'''[[Spianata dell'Acquasola|acqua sola]]'', passeggiata, verdi viali, siepi di rose, musica.<ref name=marcenaro144/>
*Come ero triste lasciando [[Genova]], soprattutto per avere valicato le montagne che la dominano e durante i due giorni passati in quello stupido paese che è la Lombardia!<ref>Citato in Giuseppe Marcenaro, p. 145</ref>