Differenze tra le versioni di "Camillo Benso, conte di Cavour"

*Il [[Edgar Quinet|Quinet]] ci fa notare l'assenza completa di sentimento cristiano nel primo poema epico dell'Europa moderna.<ref name=def/>
*In [[Francia]] si attribuisce moltissima importanza alle lettere di buon anno, è un uso al quale non si manca mai fra parenti, a meno di essere guastati mortalmente. (da una lettera al cugino Paolo Emilio Maurice<ref name=def/>)<!--p. 139-->
*L'avvilimento della patria ha così sconvolto il suo cuore che s'appiglia con foga ai principî che giudica più atti per ridare a quella la [[libertà]] e la indipendenza. Ho fatto tutti gli sforzi per richiamarla a sentimenti più ragionevoli. Mi è stato facile mostrarle la vanità e il nessun fondamento delle teorie che l'avevano sedotta. La [[ragione]] è onnipotente quando ha per ausiliario l'amore. (dal diario, settembre 1835<ref name=def/><!--p. 41-->)
*La grande [[politica]], quella delle risoluzioni audaci. (da ''Scritti politici'')
*La nostra stella polare, o signori, è di fare che la città eterna sovra la quale venticinque secoli accumularono ogni genere di gloria diventi la splendida capitale del Regno italico. (11 ottobre 1860, riportata in una targa posta nella Sala Cavour di Palazzo Madama)<ref>[http://www.senato.it/relazioni/21612/21690/30823/31235/56711/56752/genfoto.htm Dal sito istituzionale del Senato]</ref>