Differenze tra le versioni di "Dishonored"

552 byte aggiunti ,  3 anni fa
nessun oggetto della modifica
*Ieri notte ho fatto un [[Sogni dai videogiochi|sogno]]. Non so perché, ma era l'alba, e stavo seduto sulla mia barca, sul fiume. Con me c'era il Lord Reggente, e mi fissava. Nessuno dei due diceva una parola, non avevo la minima idea di cosa dire. Lui mi fissava e basta. Quando mi sono svegliato, ero tutto sudato. ('''Samuel''')
*Ho sognato che il fiume diventava sempre più grosso, allora ci arrampicavamo tutti nella tua stanza all'ultimo piano, ma l'acqua si trasformava in ratti. Qui non faccio mai bei sogni. ('''Emily''' a Corvo nell'Hound Pits Pub)
*So molte cose, guardia del corpo. Riconosco i segni sulla tua mano. Un dono del tuo amico, quello che ti parla nel buio, quando visiti i suoi templi. Gli stessi che ho visto anch'io. E so cosa si prova a pugnalare la propria imperatrice. Ma non so chi sei, cosa cerchi, per chi combatti. Sei un mistero, non posso rischiare. ('''Daud''' a Corvo)
*Dall'oscurità dell'Oblio, io scaglio la mia [[Maledizioni dai videogiochi|maledizione]] sulla testa di Corvo Attano. È a causa sua che ho perso tutto ciò a cui tenevo. Che le mosche si pascano dei tuoi occhi, Corvo, e che tutto quello che desideri vada in rovina, così come tu hai rovinato me. ('''Campbell''', dallo scritto ''La maledizione di Campbell'')
*Facendo il [[Contrabbando|contrabbandiere]] si impara che metà del lavoro è aspettare. ('''Blake''')
*È strano come rimanga sempre un po' d'[[innocenza]] da poter perdere. ('''L'Esterno''')
*Sei riuscito ad attraversare tutto questo casino senza perdere di vista ciò che conta veramente, per questo ti rispetto. ('''Samuel''' a Corvo, all'inizio dell'ultima missione)
*In memoria di sua maestà Jessamine Kaldwin madre di Emily, imperatrice di tutti noi. ('''[[Epitaffi dai videogiochi|Epitaffio]]''' sullavisibile lapideall'inizio de ''Il Pugnale di Jessamine,Dunwall'' visibilee nelalla DLCfine de ''IlLe Pugnalestreghe di DunwallBrigmore'')
:''In memory of her majesty Jessamine Kaldwin mother to Emily, empress to us all''
*Le nostre [[scelta|scelte]] influenzano qualcuno, sempre. Prima o poi, in modi non prevedibili, dovremo subirne le conseguenze. ('''Daud''', nel finale de ''Le streghe di Brigmore'')
 
==Dialoghi==