Differenze tra le versioni di "Madre Teresa di Calcutta"

m
nessun oggetto della modifica
(+attribuita)
m
{{Premio|Nobel|la pace '''(1979)'''}}
[[Immagine:MotherTeresa 090.jpg|thumb|right|Madre Teresa di Calcutta]]
'''Madre Teresa di Calcutta''', al secolo '''Agnes Gonxha Bejaxhiu''' (1910 – 1997), missionaria e suora cattolica albanese.
 
*Ciascun uomo ha pienezza di [[bene e male|bene]] come pienezza di [[bene e male|male]] in sé.<ref name=germani/>
*Debbo pregare, debbo pensarci: non so se è cosa buona portare i malati di [[AIDS]] in un luogo di grande turismo. E se fossero rifiutati? Soffrirebbero due volte.<ref name=bertini/>
*{{NDR|È stato detto che l'AIDS è una punizione divina per drogati ed omosessuali. Lo pensa anche lei madre Teresa?}} No, non è una punizione divina.<ref>Franca Zambonini" Teresa di Calcutta: la matita di Dio"- .pag 166, Paoline Editoriale Libri; Collana: Uomini e donne ISBN-10: 8831506498 ISBN-13: 978-8831506496</ref>
*Dietro ogni linea di arrivo c'è una linea di partenza.<br />Insisti anche se tutti aspettano che tu desista...<br />Fai in modo che invece di compassione ti portino rispetto.<br />Quando non puoi più correre, [[cammino|cammina]] veloce;<br />quando non puoi più camminare veloce, cammina;<br />quando non puoi più camminare, usa il bastone;<br />però non trattenerti mai.<ref>Citato in Anna Villarini, ‎Giovanni Allegro, ''Prevenire i tumori mangiando con gusto'', Sperling & Kupfer, Milano, 2010, p. 141. ISBN 978-88-200-4681-1</ref>
*{{NDR|Guardando il monte Argentario}} Come è bello questo luogo! In un luogo così bello, anche voi dovete preoccuparvi di avere anime belle!<ref name=bertini/>
 
===Attribuite===
*Si devono amare gli [[animale|animali]] per essere più vicini a Dio perché ti danno tutto, senza chiedere niente. Perché contro il potere dell’uomodell'uomo con le armi sono indifesi. Perché sono eterni bambini. Perché non conoscono il denaro e si consolano solamente con un posto dove rifugiarsi dal freddo. Perché si fanno capire senza proferire parola. Perché non conoscono invidia né rancore. Perché il perdono è ancora naturale in loro. Perché sanno amare con lealtà e fedeltà. Perché vivono senza avere una lussuosa dimora. Perché non comprano l’amorel'amore, semplicemente lo aspettano. Perché sono nostri compagni, eterni amici che niente potrà separare. Perché sono vivi. Per questo e altre mille cose meritano il nostro amore. Se impariamo ad amarli come meritano, saremo molto vicini a Dio.<ref>Brano citato da [[Silvio Berlusconi]] in un discorso agli iscritti del suo partito e postato sulla propria pagina Facebook il 29 marzo 2014; citato in ''[http://www.iltempo.it/politica/2014/03/30/news/berlusconi-a-caccia-di-nuovi-consensi-ogni-cane-un-voto-934081/ Berlusconi a caccia di nuovi consensi. «Ogni cane, un voto»]'', ''IlTempo.it'', 30 marzo 2014. Il brano è rintracciabile su internet già prima di tale data, in varie pagine web di argomento animalista, con un inizio leggermente diverso ("''Perché amare gli animali?'' Perché ti danno tutto, senza chiedere niente", in inglese "''Why Should We Love Animals?'' Because they give everything asking for nothing back"), in varie pagine web di argomento animalista.</ref>
 
==''Il cammino semplice''==