Apri il menu principale

Modifiche

Riordino e aggiungo una traduzione dell'incipit del Bellum Iugurthinum
'''Gaio Sallustio Crispo''' (86 a.C. – 34 a.C.), storico e politico romano.
{{indicedx}}
 
==Citazioni==
*Con la [[concordia]] le piccole cose crescono, con la [[discordia]] le grandissime vanno in rovina. (da ''La guerra giugurtina'', 10, 6)
:''Concordia parvae res crescunt, discordia maxumae dilabuntur''.
 
==''La congiura di Catilina''==
===Citazioni===
*Infatti la fama delle ricchezze e della bellezza è fugace e fragile, la virtù è considerata illustre ed eterna.
:''Nam divitiarum et formae gloria fluxa atque fragilis est, virtus clara aeternaque habetur''.
*Volere e non volere le stesse cose, questa è la vera amicizia. (cap.XX, par. 4)
:''Idem velle atque nolle, ea demum firma amicitia est''.
*Più uno si trova in alto e meno è libero. (LI, 13)
|}
 
==[[Incipit]] de ''La guerra giugurtina''==
===I traduzione[[Incipit]]===
====I traduzione====
Sbaglia il genere umano a lamentare, della propria natura, il fatto che essa, debole e di breve durata, sia governata dal caso più che dalla virtù. Infatti, se ben rifletti, non troverai altro né di più grande né di superiore; alla natura umana, più che la forza o il tempo, manca la volontà di agire.
 
====Vittorio Alfieri====
A torto si dolgono gli uomini d'essere, per la debile loro e poco durevol natura, più da fortuna che da virtù governati. Che all'incontro, chi bene investiga nulla troverà di più grande, di più eccellente, che la nostra natura; a cui l'industria bensì, ma non la forza vien meno, né il tempo.
 
====Lidia Storoni Mazzolani====
A torto il genere umano si duole della propria natura perché, debole e di breve durata, è dominata dal caso più che dal valore. Se vi si riflette, al contrario, non si troverà al mondo cosa più alta e mirabile; ciò che manca alla natura umana non è il vigore, non è il tempo, è la costanza nell'operare.
 
===Citazioni===
*Con la [[concordia]] le piccole cose crescono, con la [[discordia]] le grandissime vanno in rovina. (da ''La guerra giugurtina'', 10, 6)
:''Concordia parvae res crescunt, discordia maxumae dilabuntur''.
 
==Bibliografia==
*Gaio Sallustio Crispo, ''La congiura di Catilina'', a cura e versione di Silvia Perazzi e Sandro Usai, TEN, 1994.
*C. Crispo Sallustio, ''[http://www.liberliber.it/libri/s/sallustius/index.htm La congiura di Catilina]'' e ''[http://www.liberliber.it/libri/s/sallustius/index.htm La guerra di Giugurta]'', traduzione di Vittorio Alfieri, Londra [i.e. Firenze], [Piatti], 1804.
*Sallustio, ''La guerra di Giugurta'', a cura di Lidia Storoni Mazzolani, BUR, 2013.
 
==Altri progetti==
{{interprogetto|w|s=Autore:Gaio Sallustio Crispo|commons=Category:Sallust}}
 
{{DEFAULTSORT:Sallustio Crispo, Gaio}}
1 273

contributi