Differenze tra le versioni di "Wikiquote:Archivio delle citazioni del giorno/marzo"

rimetto Donne per intero, cambio Pindaro
(sostituisco Colombo con Tocqueville)
(rimetto Donne per intero, cambio Pindaro)
*'''[[Template:Qotd/13marzo|13 marzo]]:''' Se c'è un rimedio, perché te la prendi? E se non c'è un rimedio, perché te la prendi? ([[Proverbi cinesi|proverbio cinese]])
*'''[[Template:Qotd/14marzo|14 marzo]]:''' L'uomo è l'unico animale che arrossisce. O dovrebbe arrossire. ([[Mark Twain]])
*'''[[Template:Qotd/15marzo|15 marzo]]:''' Nessun uomo è un'isola, completo in se stesso; ogni uomo è un pezzo del continente, una parte del tutto. [..Se anche solo una zolla venisse lavata via dal mare, l'Europa ne sarebbe diminuita, come se le mancasse un promontorio, come se venisse a mancare una dimora di amici tuoi, o la tua stessa casa.] La morte di qualsiasi uomo mi sminuisce, perché io sono parte dell'umanità. E dunque non chiedere mai per chi suona la campana: suona per te. ([[John Donne]])
*'''[[Template:Qotd/16marzo|16 marzo]]:''' Un albero geme se lo tagliano, un cane guaisce se lo picchiano, un uomo cresce se lo offendono. ([[José Saramago]])
*'''[[Template:Qotd/17marzo|17 marzo]]:''' La democrazia è il potere di un popolo informato. ([[Alexis de Tocqueville]])
*'''[[Template:Qotd/20marzo|20 marzo]]:''' Chi prega è santo, ma chi fa, più santo. ([[Giovanni Pascoli]])
*'''[[Template:Qotd/21marzo|21 marzo]]:''' ''Primavera non bussa, lei entra sicura, | come il fumo lei penetra in ogni fessura, | ha le labbra di carne, i capelli di grano, | che paura, che voglia che ti prenda per mano. | Che paura, che voglia che ti porti lontano.'' ([[Fabrizio De André]])
*'''[[Template:Qotd/22marzo|22 marzo]]:''' SiamoDiventa effimeri:ciò che cosasei, siavendolo è? Che cosa non si è? Sogno di un'ombra è l'uomoappreso. ([[Pindaro]])
*'''[[Template:Qotd/23marzo|23 marzo]]:''' Finché si è scontenti di sé non tutto è perduto. ([[Emil Cioran]])
*'''[[Template:Qotd/24marzo|24 marzo]]:''' Dove non c'è umorismo non c'è umanità; dove non c'è umorismo (questa libertà che si prende, questo distacco di fronte a se stessi) c'è il campo di concentramento. ([[Eugène Ionesco]])