Comprensione: differenze tra le versioni

Søren Kierkegaard
(- senza fonte, + Goethe)
(Søren Kierkegaard)
*Essere capiti vuol dire essere presi e accettati per quello che siamo. ([[Natalia Ginzburg]])
*L'uomo è maturo quando arriva a capire che c'è il mistero, cioè che tutto non si riduce a quello che lui vede e capisce. ([[Oreste Benzi]])
*La gente mi comprende così poco che non comprende neppure i miei lamenti perché non mi comprende. ([[Søren Kierkegaard]])
*La nostra prima reazione di fronte all'affermazione di un altro è una valutazione o un giudizio, anziché uno sforzo di comprensione. [...]. Molto di rado ci permettiamo di "capire" esattamente quale sia per lui il significato dell'affermazione. ([[Carl Rogers]])
*Non cerco infatti di comprendere per [[credere]], ma credo per comprendere. Poiché credo anche questo: che "se non avrò creduto non potrò comprendere". ([[Anselmo d'Aosta]])