Apri il menu principale

Modifiche

584 byte aggiunti ,  6 anni fa
 
{{NDR|Émile Zola, ''Germinale'', traduzione di [[Camillo Sbarbaro]], Einaudi.}}
 
===''Il paradiso delle signore''===
Denise se ne veniva a piedi dalla Gare Saint-Lazare, dove il treno da Cherbourg l'aveva sbarcata dopo una notte passata sul duro sedile di un vagone di terza classe.<br>
{{NDR|citato in [[Fruttero & Lucentini]], ''Íncipit'', Mondadori, 1993}}
 
===''Il ventre di Parigi''===
Te ne ricordi, Ninetta? Il ricordo è oggi l'unica gioia, nella quale il mio cuore si riposa. Fino a vent'anni, noi abbiamo fatta insieme la stessa strada. Io sento i tuoi piedini sul duro terreno; io scorgo il lembo della tua bianca gonnella sul raso delle erbe avveniticcie; io sento il tuo alito fra gli odori della salvia che mi giungono da lontano come soffi di giovinezza.<br>
{{NDR|Émile Zola, ''[http://www.liberliber.it/libri/z/zola/index.htm Nuove storielle a Ninetta]'', traduzione di Raffaello Barbiera, Milano, Treves, stampa 1922}}
 
===''Roma''===
Il treno aveva subìto forti ritardi tra Pisa e Civitavecchia, durante la notte, ed erano quasi le nove del mattino quando il prete Pierre Froment, dopo un faticoso viaggio di venticinque ore, arrivò a Roma.<br>
{{NDR|citato in [[Fruttero & Lucentini]], ''Íncipit'', Mondadori, 1993}}
 
===''Teresa Raquin''===
20 787

contributi