Differenze tra le versioni di "Salvador Dalí"

m
trovata una fonte
m (r2.7.2+) (Bot: Modifico fr:Salvador Dalí)
m (trovata una fonte)
'''Salvador Felip Jacint Dalí''' (1904 – 1989), pittore, scultore, scrittore, cineasta e designer spagnolo.
 
==Citazioni di Salvador Dalí==
*Che cos'è il [[cielo]]? Dove si trova? Il cielo non si trova né sopra né sotto, né a destra né a sinistra; il cielo è esattamente nel centro del petto dell'uomo che ha [[fede]]! (citato<ref>Citato in ''I classici dell'arte – il Novecento: Dalì'', Rizzoli Skira Corriere della Sera:, p. 16)</ref>
*L'unica differenza tra me e un folle è che io non sono folle.<ref>Citato in Matteo Molinari, Le formiche e le cicale: anno 2004, Kowalski Editore IT, 2003, p. [http://books.google.it/books?id=z9bOw1eEQcoC&pg=PA117 p.117]. ISBN 8874966032</ref>
 
===Senza fonte===
{{senza fonte}}
*C'è un'unica differenza tra me e un pazzo: io non sono pazzo.
*Chi oggigiorno vuole fare [[carriera]] dev'essere un po' cannibale.
*Credi che finché la [[terra]] è rotonda, potrai trovare ovunque paesaggi naturali? Può una faccia rotonda avere più di un naso? Restano ancora pochi paesaggi. Essi convergono tutti qui. La Catalogna è il centro del [[mondo]].
==Citazioni su Salvador Dalí ==
*Dalí, durante l'ultima intervista che fece nella sua lunga vita, mi disse che la più grande pace, la pace assoluta, era quella dei sensi. ([[Roberto Gervaso]])
*{{NDR|In una lettera a [[Stefan Zweig]]}} Finora, ero portato a considerare completamente insensati (o diciamo al 95% come per l'alcool) i surrealisti, che pare mi avessero adottato quale santo patrono. Questo giovane spagnolo con i suoi occhi candidi e fanatici e la sua innegabile padronanza tecnica mi ha fatto cambiare idea. ([[Sigmund Freud]] in una lettera a [[Stefan Zweig]])
*La prima esecuzione di ''Atlántida'' {{NDR|[[Manuel de Falla]]}}, in forma puramente sinfonica, si tenne nel 1961 al Teatro Liceo di [[Barcellona]]. Quella sera stessa c'incontrammo con l'ex re d'Italia Umberto e con Salvador Dalí, che aspirava a realizzare i bozzetti per la rappresentazione scenica dell'opera alla [[Teatro alla Scala|Scala]]. Era appena giunto da [[Venezia]], dove aveva allestito un balletto con [[Ludmilla Čerina]] risoltosi in un clamoroso scandalo.<br>«È stata una vera battaglia, Maestà!» dichiarò lui, tutto fiero.<br>«Vinta... o perduta?» chiese maliziosamente il re.<br>Alla fine la Scala, preoccupata, rinunciò a Dalí e le scene vennero affidate a [[Nicola Benois]] che si ispirò ai bozzetti creati da [[José-Maria Sert]] nel 1926 per il primo progetto dell' ''Atlántida''. ([[Margarita Wallmann]])
 
== Note ==
<references />
 
== Film ==