Differenze tra le versioni di "Adriano Panatta"

1 371 byte aggiunti ,  10 anni fa
+2
m (Automa: Sostituzioni normali automatiche di errori "tipografici".)
(+2)
*[[Björn Borg|Borg]] era un fenomeno paranormale. Dicevo sempre di lui che era «un matto calmo». La sua era una pazzia ben mascherata. Stava tutto il giorno a registrare la tensione delle corde delle racchette. Un giorno o l'altro schioppi, gli dicevo, ti esplode il cervello. Gli è esploso un giorno, dopo aver perso con [[John McEnroe|McEnroe]] a [[Torneo di Wimbledon|Wimbledon]]. Si è ritirato a 26 anni, quando era ancora il più forte di tutti. Si era rotto le palle. Era un uomo molto buffo Björn. Non aveva mai un soldo in tasca. Girava con l'American Express, ma allora in Italia le carte di credito non esistevano.<ref name=panorama/>
*Che [[Roger Federer|Federer]] sia unico, lo si vede dal modo in cui colpisce la palla, dal cambio di ritmo, dalle soluzioni tecniche e tattiche che decide di adottare. Colpisce la palla con violenza, ma lo fa sempre nella maniera giusta. In un modo classico, ma nello stesso tempo moderno.<ref>Citato in Antonio Gaito, ''[http://www.pianetatennis.com/?action=read&idnotizia=716 Laver-Federer, evoluzione della specie]'', ''Pianetatennis.com'', 9 giugno 2009</ref>
*Che tipo, [[Björn Borg|Bjorn]]: capace di vuotare due bottiglie di vodka, restare steso fino al mattino, e poi giocare come se niente fosse. <ref>DaCitato in Giovanni Marino, ''[http://www.gazzetta.it/Calcio/12-10-2009/blob-settimana-501589400119.shtml IlPanatta Blobe dellale Settimanamagliette rosse:"Così sfidai il dittatore Pinochet"]'', ''Gazzetta dello SportRepubblica.it'', 1216 ottobre 2009</ref>
*Credo però che [[Arthur Ashe|Arthur]] abbia rivoluzionato il tennis internazionale: è stato il primo giocatore nero a vincere, dando una radicale svolta. Mi è stato raccontato di alcuni circoli in cui i giocatori di colore non potevano nemmeno entrare, Ashe in questo senso è stato molto importante.<ref name=A>DaCitato in ''[http://www.ubitennis.com/sport/tennis/2009/12/22/273885-panatta_tutto_campo.shtml Buon Compleanno Panatta]'', ''Ubitennis.com'', 9 luglio 2010</ref>
*Fu Ignazio Pirastu, al tempo responsabile della Commissione Sport del Pci, a farci arrivare l'inattesa notizia: per Berlinguer dovevamo andare in Cile. E voleva lo sapessimo. Per il segretario del Pci non sarebbe stato giusto che la Coppa finisse nelle mani del Cile del regime-Pinochet piuttosto che nelle nostre. Da lì in poi la strada verso la partenza si fece in discesa. Fu come un liberatutti. Il governo Andreotti disse che lasciava libero il Coni di decidere, quest'ultimo lasciò libera la Federazione e di fatto ci ritrovammo a Santiago, liberi di vincere. Grazie a Berlinguer.<ref>Citato in ''[http://www.repubblica.it/2009/05/rubriche/la-storia/panatta-cile/panatta-cile.html Il Blob della Settimana]'', ''Gazzetta dello Sport'', 12 ottobre 2009</ref>
*Il [[tennis]] l'ha inventato il [[diavolo]].<ref>Citato in ''[http://archiviostorico.corriere.it/1996/maggio/14/doppia_faccia_del_tennis_co_10_9605141714.shtml La doppia faccia del tennis]'', ''Corriere della sera'', 14 maggio 1996</ref>
*[[Ilie Năstase]] era il più simpatico di tutti, una pasta d'uomo. Lui e [[Ion Ţiriac|Ion Tiriac]] una coppia irresistibile dentro e fuori il campo.<ref name=panorama/>
 
==Citazioni su Adriano Panatta==
* Adriano, l'amico di una vita. Siamo cresciuti assieme, quando lo conobbi a Cesenatico avevo 11 anni e lui 12 e mi stava davvero poco simpatico con quell'aria da fighetto. Poi dividemmo la camera assieme a Formia, quindi prendemmo un appartamento in comune a Roma, fui pure il testimone del suo matrimonio e in campo ne abbiamo vissute davvero tante. Della Davis e delle magliette rosse per contestare il regime di Pinochet nella finale in Cile si sa già tutto, ma se apro il libro dei ricordi non la smetto più. ([[Paolo Bertolucci]])
* Ancora adesso, scrollo la testa. Quel passante, che forse [[Dino Zoff]] avrebbe deviato in angolo, Adriano arrivò a giocarlo, e a metterlo dove andava messo, fuori portata.<ref>Il riferimento è a un match point annullato da Panatta al primo turno del Roland Garros del 1976, poi vinto dall'italiano, contro il cecoslovacco Pavel Hutka.</ref> ([[Gianni Clerici]])
* Panatta [...] è un giocatore che potrebbe rappresentare un incubo costante per [[Jimmy Connors]], [[John McEnroe]] e me. Lo è invece solo raramente. ([[Björn Borg]])