Differenze tra le versioni di "Wilbur Smith"

1 615 byte aggiunti ,  10 anni fa
Aggiunti incipit, Pedia
(Aggiunto incipit "Il potere della spada", Pedia)
(Aggiunti incipit, Pedia)
===''Il destino del cacciatore''===
Il 9 agosto 1906 ricorreva il quarto anniversario dell'incoronazione di Edoardo VII, sovrano del Regno Unito e dei Dominion britannici, e imperatore d'India. Per pura concidenza era anche il diciannovesimo compleanno di uno dei fedeli sudditi di Sua Maestà, il sottotenente Leon Couteney della compagnia C, terzo battaglione, primo reggimento dei King's African Rifles, più comunemente noti come KAR. Leon stava trascorrendo il compleanno a caccia di ribelli nandi lungo la scarpata della Rift Valley, nel cuore di quel gioiello dell'impero che era l'Africa orientale britannica.
 
===''Il destino del leone''===
Un fagiano selvatico solitario volava lungo l'erta della collina, quasi rasente i lunghi steli dell'erba. Quando raggiunse la cresta, reclinò le ali e allungò le zampe, poi scomparve al coperto. Dalla valle lo seguivano due ragazzi e un cane. Davanti veniva il cane, con la lingua rosea che penzolava all'angolo della bocca, e i gemelli lo seguivano correndo spalla a spalla. Avevano entrambi scure chiazze di sudore sulla camicia color kaki, poiché il sole africano era ancora caldo, anche se ormai mezzo nascosto dalla linea dell'orizzonte.
 
===''Il dio del fiume''===
Fermi sulla battigia, i tre guardavano la luna, che stendeva sulle acque scure un sentiero di riflessi baluginanti e iridescenti.<br>
«Mancano appena due giorni al plenilunio...» disse Jim Courteney in tono sicuro. «E gli steenbras rossi saranno famelici come leoni», aggiunse, riferendosi ai grandi pesci di profondità che appartenevano alla famiglia dei dentici. Spumeggiando, un'onda risalì la spiaggia fino a lambire le sue caviglie.
 
===''Stirpe di uomini''===
Non era mai stato esposto alla luce del giorno, non una sola volta nei duecento milioni di anni da quando aveva assunto la sua attuale forma, eppure sembrava esso stesso una goccia di distillata luce solare.<br>
Era stato concepito in un calore immenso quanto la superficie del sole, nelle impossibili profondità sotto la crosta terrestre, nel magma fuso che sgorgava dal cuore stesso della terra. A quelle terribili temperature ogni impurità era stata bruciata ed eliminata lasciando, soli e puri, gli atomi di carbonio che, sotto pressioni che avrebbero frantumato montagne, erano stati ridotti di volume e compressi a una densità non posseduta in natura da nessun'altra sostanza.
 
===''Uccelli da preda''===
*Wilbur Smith, ''I fuochi dell'ira'', traduzione di Carlo Brera, TEA, 1988. ISBN 8878191396
*Wilbur Smith, ''Il destino del cacciatore'', traduzione di Giampiero Hirzer, Longanesi, 2009. ISBN 97888304250
*Wilbur Smith, ''Il destino del leone'', traduzione di Marco Biondi, TEA-Longanesi, 1992. ISBN 8878192422
*Wilbur Smith, ''Il dio del fiume'', traduzione di Roberta Rambelli, TEA, 2008. ISBN 9788878188754
*Wilbur Smith, ''Il potere della spada'', traduzione di Carlo Brera, TEA-Longanesi, 1987. ISBN 8878196010
*Wilbur Smith, ''Monsone'', traduzione di Lidia Perria, TEA, 2001. ISBN 8878188905
*Wilbur Smith, ''Orizzonte'', traduzione di Lidia Perria, TEA, 2003. ISBN 8830419508
*Wilbur Smith, ''Stirpe di uomini'', traduzione di Attilio Veraldi, TEA, 2009. ISBN 9788850218769
*Wilbur Smith, ''Uccelli da preda'', traduzione di L Perria, Longanesi, 1997. ISBN 8878185817
 
{{Pedia|Figli del Nilo}}
{{Pedia|I fuochi dell'ira}}
{{Pedia|Il destino del cacciatore}}
{{Pedia|Il destino del leone}}
{{Pedia|Il dio del fiume}}
{{Pedia|Il potere della spada}}
{{Pedia|Il settimo papiro}}
{{Pedia|L'ultima preda}}
{{Pedia|La voce del tuono}}
{{Pedia|Monsone (romanzo)|''Monsone''}}
{{Pedia|Orizzonte (romanzo)|''Orizzonte''}}
{{Pedia|Stirpe di uomini}}
{{Pedia|Uccelli da preda}}
 
26 784

contributi