Differenze tra le versioni di "Matilde Serao"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  11 anni fa
m
Automa: Inversione degli accenti delle parole di questa lista.
m (Automa: sistemo automaticamente alcuni degli errori comuni...)
m (Automa: Inversione degli accenti delle parole di questa lista.)
 
===''Dal vero''===
Di certo il fanciullo era bellissimo. Aveva gli occhi grandi ed azzurri, ma di quell'azzurro vero, leale che non diventa mai nero di sera; il bianco della cornea era anche irradiato da una tinta bluastra, cosa che faceva sembrare anche più grande la pupilla: i lumi della sala, riflettendosi in quegli occhi azzurri, vi accendevano una stella luccicante, una sola. Poi era biondo; non tendente al giallo, come la Gioconda di Leonardo da Vinci, al fulvo, come la Maddalena del Tiziano, e nemmeno come dovette essere biondo il danese Amleto: quei capelli erano fini, lucidi, biondi e dolci alla vista, riposavano lo sguardo stanco da tante teste sfrontatamente brune. Quella testina originale, dal profilo abbozzato, dai lineamenti puri, dalla fronte serena, attirava il mio sguardo.
 
===''Ella non rispose''===
- Vi amo.<br>
- Non dovete amarmi – mormorò lei, senza scomporsi, seguitando a sorridere.<br>
- E perchèperché?<br>
- PerchèPerché ho marito – ribattèribatté ella, ma placidamente.<br>
- Non importa!
 
 
===''Storia di due anime''===
La bottega dei santi era la penultima della piccola via bassa e oscura, che sinuosamente lega la piazza grande di santa Maria la Nova alla piazzetta di santa Maria dell'Aiuto: e godeva un po' d'aria, un po' di luce, sol perchèperché, dirimpetto ad essa, le antiche e brune case del vecchio quartiere popolare cessavano e poco indietro si ergeva la chiesa della Madonna dell'Aiuto, avente, accanto, il portoncino della sua Congregazione di Spirito.
 
==Bibliografia==
69 545

contributi