Differenze tra le versioni di "Carlo Goldoni"

8 714 byte aggiunti ,  9 anni fa
Aggiunti incipit, bibliografia
(Aggiunti incipit, bibliografia)
(Aggiunti incipit, bibliografia)
'''Grill.''' Questo è fuori del solito; ella suol essere pazientissima per costume, ed ora per così poco vuol dar nelle smanie?<br>
'''Felic.''' Ma se mi ci tirano per i capelli! Mi tocca fare una vita la più sciagurata di questo mondo. Ecco qui, ora siamo all'autunno. Tutti vanno in campagna, ed a me tocca star qui.
 
===''I mercatanti''===
<center>Stanza di negozio in casa di Pancrazio, con suoi banchi e scritture; e vari giovini che stanno scrivendo.<br>PANCRAZIO ''e'' GIOVINI</center>
'''Panc.''' (Tre lettere di cambio oggi scadono, e conviene pagarle. Ma pagarle con che? Denari nello scrigno non ce ne sono. La roba conviene sostenerla per riputazione. Oh povero Pancrazio! siamo in rovina, siamo in precipizio; e perché? Per cagione di quello sciagurato di mio figliuolo). (''da sé'') Avete estratto il conto corrente con i corrispondenti di Livorno? (''ad un Giovine'')
 
===''I morbinosi''===
<center>Fondamenta della Zuecca colla veduta del Canale<br>''Sior'' Felippo e ''sior'' Andreetta</center>
<poem>'''And.''' Cossa diseu, compare? aveu mai più sentio,
Che s'abia un'altra fraggia come la nostra unio?
Ste sorte de spasseti pochi li sa trovar;
Cento e vinti compagni saremo a sto disnar.</poem>
 
===''Il bugiardo''===
Buttar le bave come fa un serpente,
E dir che ella de mi no pensa gnente.</poem>
 
===''Il matrimonio discorde''===
<center>''Donna'' FLORIDA ''alla tavoletta''.</center>
<poem>Gran miseria d'una sposa,
Che ha il marito cacciatore!
Si alza presto, e dormigliosa
La condanna a star da sé.
Non la guarda appena in faccia,
Favellar non sa d'amore;
E più stima un can da caccia
Di una donna come me.</poem>
 
===''Il matrimonio per concorso''===
<center>Sala comune a più appartamenti, nella locanda di Filippo.<br>LISETTA ''e'' FILIPPO, ''poi un'' SERVITORE</center>
'''Fil.''' Non temete di niente, vostro padre è fuori di casa; se egli verrà, noi saremo avvertiti, e possiamo parlare con libertà.<br>
'''Lis.''' Caro Filippo, non ho altro di bene che quei pochi momenti ch'io posso parlar con voi. Mio padre è un uomo stravagante, come sapete. Siamo a Parigi, siamo in una città dove vi è molto da divertirsi, ed io sono condannata a stare in casa, o a sortir con mio padre. Buona fortuna per me, che siamo venuti ad alloggiare nella vostra locanda, dove la vostra persona mi tiene luogo del più amabile, del più prezioso trattenimento.
 
===''Il medico olandese''===
<center>Camera con libreria di monsieur Bainer<br>''Mounsier'' GUDEN ''e'' PETIZZ.</center>
<poem>'''Pet.''' Signor, se trattenersi le aggrada in questo loco,
A casa il mio padrone dee ritornar fra poco.
'''Gud.''' L’aspetterò. Frattanto, per non starmi ozioso,
Datemi qualche libro.
'''Pet.''' Lo vuol serio, o giocoso?</poem>
 
===''Il mercato di Malmantile''===
<center>Piazza rustica in pianura con fabbriche antiche, e in distanza il castello di Malmantile sopra una collina. Varie botteghe amovibili, con merci e venditori, che formano il mercato, e vari contadini e contadine che vendono i loro prodotti.<br>BERTO, LENA ''e'' CECCHINA ''ai loro posti''. LAMPRIDIO, ''il'' CONTE DELLA ROCCA ''e'' BRIGIDA ''che passeggiano per il mercato, e'' RUBICCONE ''da un lato per esercitare la sua professione''.</center>
<poem>'''Tutti''' cantano come segue:
Che bella festa, che bel mercato!
Qui tutto è bello, qui tutto è grato:
Non vi è castello più signorile
Del bel castello di Malmantile.
Aria sanissima, - terra buonissima,
Che giocondissima - per noi sarà.</poem>
 
===''Il Moliere''===
<center>MOLIERE ''e'' LEANDRO.</center>
<poem>'''Lean.''' Eh via, Moliere, amico, mostratevi gioviale;
Un autor di commedie, un uom che ha tanto sale,
Che con le sue facezie fa rider tutto il mondo,
Co’ propri amici in casa non sarà poi giocondo?</poem>
 
===''Il mondo alla roversa o sia le donne che comandano''===
<center>Cortile spazioso, ornato di spoglie virili all'intorno, acquistate in varie guise dalle accorte Femmine. Termina il cortile con archi maestosi, oltre i quali vedesi la gran Piazza, da dove entrano nel cortile sovra carro trionfale, tirato da vari uomini:<br>TULLIA, CINTIA, AURORA, ''precedute da Coro di Donne, le quali portano seco delle catene e delle vittoriose insegne. Mentre si canta il Coro, gli Uomini s'incatenano''.</center>
<poem>'''Tull.''', '''Cin.''', '''Aur.''', Presto, presto, alla catena.
Alla usata servitù.
'''Coro''' Non fa scorno, e non dà pena,
Volontaria schiavitù</poem>
 
===''Il mondo della luna''===
<center>Notte con luna e cielo stellato. Terrazzo sopra la casa di Ecclitico con torre nel mezzo, o sia specula, ed un gran canocchiale su due cavalletti. Quattro fanali che illuminano il terrazzo.<br>ECCLITICO ''e quattro Scolari''.</center>
<poem>'''Tutti''' O Luna lucente,
Di Febo sorella,
Che candida e bella
Risplendi lassù,
Deh, fa che i nostri occhi
S'accostino ai tuoi,
E scopriti a noi
Che cosa sei tu.</poem>
 
===''Il negligente''===
<center>Camera in casa di Filiberto.<br>FILIBERTO ''a sedere, e'' LISAURA</center>
<poem>'''Fil.''' Possibile che un giorno
Non possa star senza pensare a niente?
Con questo tutto il dì rompermi il capo,
Figlia troppo crudele,
Mi farete morir. Voi lo sapete,
Io bramo la mia pace:
Faticare, pensar, m'annoia e spiace.</poem>
 
===''Ircana in Ispaan''===
Scender contenti sul caro lido!
Goder la pace, la libertà!</poem>
 
===''L'osteria della posta''===
<center>''Il'' MARCHESE, ''il'' TENENTE ''e il'' CAMERIERE ''dell'Osteria''.</center>
'''Ten.''' Ehi, oste, camerieri, diavoli, dove siete?<br>
'''Cam.''' Eccomi a servirla. Comandi.<br>
'''Ten.''' Una camera.<br>
'''Cam.''' Eccone qui una. Restino pur serviti.
 
===''La bancarotta''===
E quando avrà finito di cantare,
A un altro ramo il lascierò volare.</poem>
 
===''La moglie saggia''===
<center>Anticamera nel palazzo della marchesa Beatrice, con una tavola in mezzo con bocce di vino e bicchieri.<br>BRIGHELLA, ARLECCHINO, FALOPPA, PISTONE ''intorno la suddetta tavola, che bevono''.</center>
'''Arl.''' Salute, patroni. (''beve'')<br>
'''Brigh.''' Viva, compare Arlecchin. (''beve'')<br>
'''Pist.''' Evviva. (''beve'')<br>
'''Fal.''' Che possiate vivere tanti anni, quanti bicchieri di vino ho bevuto in tempo di vita mia. (''beve'')
 
===''Le avventure della villeggiatura''===
Ste massere le dorme, e le me fa subiar;
Vôi batter alla porta, vôi farle desmissiar. (''Batte da Zanetta''.)</poem>
 
===''Le morbinose''===
<center>''Camera in casa de sior Luca. Siora Marinetta che se conza la testa, Tonina che la serve''.</center>
<poem>'''Marinetta''': Via, conzème pulito, che voggio parer bon.
'''Tonina''': Cara siora parona, se la xe bella, in ton,
Proprio che la fa voggia.
'''Marinetta''': Eh via, no me burlè.</poem>
 
===''Le nozze''===
<center>Sala.<br>''Il'' CONTE, ''la'' CONTESSA ''e poi'' MASOTTO</center>
<poem>'''Con.''' La voglio così.
'''Cont.''' Così non sarà.
'''Con.''' Prevale il mio sì.
'''Cont.''' Sta volta non già.
''a due'' Lo giuro, il protesto,
Che a cedere in questo
Nessun mi vedrà.</poem>
 
===''Lugrezia romana in Costantinopoli''===
Benché sia maomettano,
Se brama il mio favor, parli italiano.</poem>
 
===''Memorie per l'istoria della sua vita e del suo teatro: rivedute e corrette''===
Nacqui a Venezia l’anno 1707, in grande e bella abitazione situata tra il ponte di Nomboli e quello di Donna Onesta, al canto di via di Cà Cent’anni, nella parrocchia di San Tommaso.<br>
Giulio Goldoni, mio padre, era nato nella medesima città: tutta la sua famiglia però era di Modena. Carlo Goldoni mio avo fece i suoi studi nel famoso collegio di Parma.
 
===''Monsieur Petiton''===
<center>Camera con letto disfatto, tavolino e sedie.<br>GRAZIOSA ''in veste da camera e scufia da notte'', PETRONIO ''in collar, monsù'' PETITON ''alla francese; poi'' LINDORA ''in veste e zendal alla veneziana''.</center>
<poem>'''Petit.''' Madam, monsieur, je prego,
Perdonate a muè man presontion.
'''Graz.''' Lei è sempre padron. Sol mi dispiace
Che m’ha trovata in abito indecente.</poem>
 
===''Un curioso accidente''===
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Gli amori di Zelinda e Lindoro]'', in "Commedie scelte", Volume Terzo, 4a edizione, Edoardo Sonzogno Editore, Milano, 1890.
 
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm I bagni di Abano]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm I due gemelli veneziani]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm I malcontenti]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm I mercatanti]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm I morbinosi]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
 
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il bugiardo]'', in "Commedie scelte", Volume Terzo, 4a edizione, Edoardo Sonzogno Editore, Milano, 1890.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il buon compatriotto]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il cavaliere di buon gusto]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il cavaliere di spirito ovvero La donna di testa debole]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il cavaliere e la dama]'', in "Commedie", a cura di Giuseppe Petronio, Rizzoli Editore, Milano, 1958.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il cavaliere giocondo]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il conte Caramella]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il conte Chicchera]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il contrattempo]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il festino (Commedia di carattere)]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il festino (Dramma giocoso)]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il feudatario]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il filosofo]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il filosofo di campagna]''. ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il filosofo inglese]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il finto principe]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il frappatore]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il geloso avaro]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il genio buono e il genio cattivo]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il giuocatore]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il gondoliere veneziano ossia Gli sdegni amorosi]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il matrimonio discorde]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il matrimonio per concorso]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il medico olandese]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il mercato di Malmantile]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il Moliere]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il mondo alla roversa o sia le donne che comandano]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il mondo della luna]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Il negligente]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Ircana in Ispaan]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Ircana in Julfa]'', in "La sposa persiana; Ircana in Julfa; Ircana in Ispaan", a cura di Marzia Pieri, Venezia, Marsilio, 1996.
 
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm L'Arcadia in Brenta]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm L'avaro]'', in "Commedie scelte", Volume Terzo, 4a edizione, Edoardo Sonzogno Editore, Milano, 1890.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm L'avventuriere onorato]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm L'avvocato veneziano]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm L'erede fortunata]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm L'impostore]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm L'impresario di Smirne]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm L'incognita]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm L'isola disabitata]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm L'osteria della posta]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
 
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La bancarotta, o sia Il mercante fallito]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La birba]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La bottega da caffè]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La guerra]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''La locandiera'', a cura di Gerolamo Bottoni, Carlo Signorelli Editore, Milano 1934.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La madre amorosa]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La mascherata]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm La moglie saggia]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
 
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Le avventure della villeggiatura]'', in "I capolavori", a cura di Giovanni Antonucci, Newton Compton Editori, 1992.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Le femmine puntigliose]'', in "Commedie", a cura di Giuseppe Petronio, Rizzoli Editore, Milano, 1958.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Le inquietudini di Zelinda]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Lugrezia romana in Costantinopoli]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Le massere]'', ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Le morbinose]'', in "I capolavori", a cura di Giovanni Antonucci, editore Newton Compton, Roma, 1992.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Le nozze]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
 
*Carlo Goldoni, ''Memorie'', Arnoldo Mondadori Editore, traduzione di Paola Ranzini, Milano 1993.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Memorie per l'istoria della sua vita e del suo teatro: rivedute e corrette]'', edizione Sonzogno, Milano, 1908.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Monsieur Petiton]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Un curioso accidente]'', in "Tutte le opere", a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, 1955.
*Carlo Goldoni, ''[http://www.liberliber.it/biblioteca/g/goldoni/index.htm Una delle ultime sere di Carnovale]'', in "Opere", Mursia editore, 1969.
21 960

contributi